Madè si congratula con il ceramista Nicola Giuliano per l’opera collocata a Monreale

Monreale 03.10.2020 – il Maestro Pippo Madè, ben noto artista palermitano, sceglie il nostro giornale online, per far pervenire le sue congratulazioni e il suo apprezzamento al ceramista Nicola Giuliano, residente e operante a Monreale, per avere realizzato un’opera, posta all’ingresso della cittadina normanna, che da il benvenuto ai cittadini e i turisti.

«Lo scorso 15 settembre – dice Madè – mi sono recato nella Città normanna nella quale, da 15 anni, risiedono mio figlio e mia nuora, per donare al Comune la mia opera dedicata al Beato Pino Puglisi ed anche la riproduzione della stessa. L’incontro, per volere del Sindaco Alberto Arcidiacono, è stato simpaticamente organizzare nella Sala Rossa. La riproduzione dell’opera, invece, è stata collocata in Chiasso Beato Pino Puglisi in silenzio e, con mio rammarico e con il rammarico di altri amici presenti, non ultimo l’ex Senatore Carmine Mancuso, oggi Presidente dell’”Associazione per onorare la memoria dei caduti nella lotta contro la mafia”, nella totale assenza delle autorità, sia Comunali che Ecclesiastiche».

«All’ingresso della Città, ho notato all’ingresso una rotonda situata all’angolo tra la Via Benedetto D’Acquisto e la Via Palermo che, mi è stato spiegato da mio figlio Rosario, doveva accogliere una ceramica particolare. Vedendo oggi le foto – dice ancora l’84enne Artista palermitano – della bella testa di moro, peraltro di notevoli dimensioni, egregiamente conservata e protetta da una teca e sormontata da una lastra di pietra lavica, una materia che amo particolarmente e sulla quale a Santo Stefano di Camastra, con la collaborazione del Maestro Carmelo Elmo, ho realizzato diverse mie opere. tra le quali la Via Crucis presente, ormai da anni, nel Chiostro dei Morti della Basilica Papale di San Francesco d’Assisi».

«Di tale opera – continua Madè – non posso esimermi dal complimentarmi sentitamente con il Maestro Nicolò Giuliano, sia per per la generosa donazione, alla quale, come leggo, ne seguiranno altre due, che per la pregevole e raffinata fattura dell’opera che darà sicuramente ulteriore lustro, alla Città di Monreale che è sempre nel mio cuore, nonostante alcuni fatti oscuri e mai chiariti che hanno visto la scomparsa di alcune mie opere dalla Galleria Civica e persino di un mio dipinto donato nel 1983 in memoria del Cap. Emanuel Basile, furto a tutt’oggi, con mio rammarico, non ancora denunciato».

Non possiamo che ringraziare il Maestro Pippo Madè, peraltro Ufficiale al Merito della Repubblica, per aver scelto, ancora una volta, il nostro gornalecittadinopress.it, per inviare un messaggio a Monreale ed a un suo Artista.