Lusso. Dubai produce vino senza alcool fatto con oro 24 carati

Mentre la crisi crisi colpisce europei e americani, a Dubai sono in vendita bottiglie di spumante ‘halal’ bianco con coriandoli commestibili di foglie d’oro a 150 dollari. La stravagante bevanda prodotta dall’azienda spagnola Dismark è una hit in Dubai. A Dubai è stato costruito l’edificio più alto del mondo, dove è stata allestita una pista da sci dentro un centro commerciale e dato ai suoi poliziotti una Lamborghini come macchina di servizio della polizia. In quale altro posto al mondo vuoi vendere una bottiglia a $ 150 di ‘halal’ analcolica frizzante di vino bianco con coriandoli di oro 24 carati commestibile con una foglia luccicante in fondo alla bottiglia? Ha senso a Dubai, un emirato del golfo arabo che attrae i turisti con la promessa di uno stile di vita opulento. Le uve provengono da vigneti in Spagna e una tecnica tedesca rimuove sottovuoto l’alcool. L’idea di vini analcolici non è nuova, ma questo marchio è diverso perché non include glicerina, zucchero o additivi, a differenza di altri vini analcolici.
L’Islam, la religione dominante nel Medio Oriente arabo, proibisce il consumo di alcol. Ma la regola non viene applicata universalmente in diversi paesi musulmani, e ci sono variazioni nella sua applicazione tra i sette Emirati che compongono gli Emirati Arabi Uniti.
Nella liberale Dubai, l’alcool è servito in posti con licenza come i bar. L’Emirato di Sharjah più conservatore vieta il consumo di alcol interamente. Halal è applicato a prodotti alimentari e bevande ammissibile sotto legge islamica.
Finora, la casa produttrice ha avuto ordinazioni con spedizioni mensili di 26.000 bottiglie, tra cui un rosso e un bianco insieme con il vino con la foglia d’oro.
Per Giovanni D’Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti”, al contrario in Italia aumenta la quota di famiglie che arrivano a fine mese con grande difficoltà e le auto delle nostre forze di Polizia, Carabinieri e GdF sono senza benzina e manutenzione.

Print Friendly, PDF & Email