“Liberi tutti”. Il progetto si conclude con un video

S’intitola “Liberi tutti” il video che racconta, per bocca degli studenti dell’I.C.S. “Karol Wojtyla” di Palermo, il lavoro portato avanti nell’ambito del progetto da cui prende il nome il reportage stesso. Un intervento di prevenzione dell’uso di alcool, di fumo e di tutte le nuove dipendenze patologiche ancora poco conosciute, promosso dall’associazione “LIBERTAS” e finanziato dall’assessorato della Famiglia, delle Politiche sociali e del Lavoro della Regione Siciliana.

Alle 10 di lunedì 21 marzo la presentazione del video, realizzato dal punto di vista tecnico da Antonio e Federico Delpopolo Carciopolo, nell’aula magna dell’istituto scolastico che ha sede in via dell’Arsenale 62 (una parallela di via dei Cantieri), nel quartiere Montepellegrino, realtà non certo tra le più facili della città di Palermo, del quale parlano gli stessi ragazzi. Nel video, infatti, emergono le loro problematiche in relazione a dipendenze di vario genere – sigarette, alcool, droghe, anche se in modo particolare si parla di uso e abuso di telefoni cellulari -, insieme a quello che loro stessi sognano per il loro quartiere e per il proprio futuro.

Nel corso della mattinata parleranno le operatrici dell’equipe multidisciplinare che ha seguito il progetto: la psicoterapeuta Gisa Maniscalco; la counselor Aurelia Granà; la pedagogista Marinù Cimino; la psicologa Silvia Mendico; la giornalista Gilda Sciortino, esperta del monitoraggio e della valutazione delle attività dello stesso progetto.

Saranno presenti anche: il preside della “Karol Wojtyla”, il prof. Giuseppe Drago; il presidente regionale Sicilia dell’associazione “LIBERTAS”, il dott. Antonio Mazzaglia; i tutori che hanno collaborato al progetto, la prof.ssa Ivana Corvaia e il prof. Francesco Santomauro, il prof.re Luigi Musacchia, presidente del Centro Nazionale Sportivo “LIBERTAS”, l’assessore regionale alla Famiglia e alle Politiche Sociali, Gianluca Miccichè; la dott.ssa Valeria Restuccia, dirigente del Servizio 5 del Dipartimento Famiglia e Politiche sociali. Ovviamente, ci saranno tutti gli studenti della “Karol Wojtyla” per i quali questa mattinata sarà un’occasione di festa, ma anche di riflessione su quanto meditato durante il lavoro fatto durante il progetto.