L’artista siciliana Paola Munda scelta per far parte della Singing Tribe di Bobby McFerrin

Paola Munda è tornata in America, dopo aver presentato il suo album all’Auditorium RAI di Palermo, con un concerto che l’ha vista raccontare le storie, i segreti, le emozioni che ogni traccia porta con sè, di fronte ad un pubblico lasciato senza parole.

“{Amuri}Amari è un album che nasce dalle più profonde pieghe del mio essere, – dice Paola – un album scritto sognando di andare lontano, ma con lo sguardo sempre rivolto alla mia Sicilia, la mia “terra d’amuri e aranci amari”.

Presentarlo a Palermo, la mia casa, in anteprima assoluta, con “la mia gente”, condividendo il palco con musicisti che sanno di quali dolori e di quali desideri batte la mia musica è stata una delle esperienze più emozionanti che potessi immaginare.”

L’auditorium della Rai era gremito di gente, silenziosa, attenta, commossa, che l’ha ascoltata non solo cantare, ma raccontarsi, con interesse, curiosità, empatia. Paola ha condiviso con loro le storie e i segreti dietro ad ogni brano, le difficoltà legate all’emigrazione e alla vita “fuori” e l’orgoglio di far rivivere le parole e le note dello straordinario Alberto Piazza, autore palermitano di brani come “Terra Ca Nun Senti”, resa famosa dall’interpretazione di Rosa Balistreri, e aver ridato vita ad uno dei suoi brani, rimasti inediti fino a questo momento, “Picchì, picchì chianciti?”.

“{Amuri}Amari” è intriso di riferimenti culturali, dalle dominazioni che hanno reso ricchissima la nostra terra ai nomi di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, di cui l’autrice fa uso per far conoscere al mondo le cose per cui la Sicilia dovrebbe essere nota.

L’album è disponibile su tutte le piattaforme digitali, è ascoltabile e acquistabile online e Paola si prepara, dice, a portarlo in ogni angolo del mondo con “la mia Sicilia nel cuore, terra ca addisìa, ma terra mia.”

Nel frattempo, Paola, da anni addentrata nel circuito del circle singing americano e impegnata a far crescere il suo gruppo, The Lotus Sound, sotto le ali del noto basso americano e suo mentore, Joey Blake, è stata scelta per far parte della Singing Tribe di Bobby McFerrin, con il quale è stata sul palco di importanti teatri americani a fianco della leggenda vivente e del suo gruppo proprio alla fine di Febbraio e si appresta a volare verso Miami dove sarà la guest star del “New Moon Festival”, combinando il circle singing con la tradizione del drum circle.