La Sicilia per la salvaguardia dei beni culturali e ambientali: in scena Dies Natalis

Dies Natalis
Dies Natalis

In scena a Carini, “Dies Natalis”: confronto tra la tela l’Adorazione di pastori di Alessandro Allori e la Natività di Caravaggio.

L’iniziativa, che è organizzata da BCsicilia, in collaborazione con il Comune e l’Arcipretura di Carini – Parrocchia Maria SS. Assunta, si terrà sabato 1 febbraio 2020 alle ore 18, presso il salone delle feste del castello “La Grua Talamanca” di Carini.

L’iniziativa “Dies Natalis

Dopo la presentazione di Don Giacomo Sgroi, arciprete di Carini, del sindaco Giuseppe Monteleone e di Alfonso Lo Cascio, Presidente regionale di BCsicilia, Giuseppe Randazzo – Presidente della Sezione locale di BCsicilia, parlerà della tela Adorazione di pastori di Alessandro Allori, in confronto con la Natività di Michelangelo Merisi da Caravaggio, ospitata all’oratorio di San Lorenzo a Palermo, e rubata la notte tra il 17 e il 18 ottobre del 1969. Sul tema interverrà Maurizio Vitella, docente di Storia dell’Arte Moderna presso Università di Palermo, e Michele Cuppone, storico dell’arte esperto del Caravaggio.

Le due tele sono messe a confronto anche per due particolari aspetti che le avvicinano molto: il tema iconografico, ed il triste destino che le ha rese oggetto di furto, ed oggi non si trovano più nel loro luogo originario.

Il seminario proposto vuole essere un’occasione di discussione e di approfondimento su un tema, quello del “Dies Natalis”, che rappresenta un’opportunità di studio e di ricerca per gli appassionati. 

Dopo il seminario, avrà luogo la visita della tela dell’Allori custodita preso la Chiesa Madre, a Carini.