La Sezione Palermo Centro della Lega Navale Italiana partecipa alla Settimana Velica Internazionale

Il tema dell'integrazione sociale rimane più che mai vivo con la partecipazione di 8 ragazzi disabili a questo grande evento, preludio della manifestazione che si terrà a Palermo a Giugno, "Una vela senza esclusi"

Settimana Velica Internazionale

La Settimana Velica Internazionale Accademia Navale e Città di Livorno, uno degli appuntamenti più significativi nel panorama delle regate nazionali e internazionali avrà luogo dal 23 Aprile al 1 Maggio: una settimana di regata che coinvolgerà ben i 12 classi di imbarcazioni, dalle derive all’altura.

Tra le novità dell’edizione 2019 vi sarà la regata nazionale Hansa 303 che si svolgerà dal 30 aprile al 1 Maggio nel golfo di Livorno a cui parteciperà anche la Sezione Palermo Centro della Lega Navale Italiana, portando 8 atleti disabili oltre a istruttori, accompagnatori e trasferendo le Hansa della propria flotta.

Livorno rappresenta una tappa del percorso sportivo che questi atleti stanno compiendo e che assortirà la ormai collaudata manifestazione Una vela senza esclusi che si terrà a Palermo dal 13 al 16 giugno e che farà da contenitore al Campionato Italiano Vela Paralimpica Hansa 303 organizzato, per la prima volta nel Meridione, dalla Lega Navale Italiana – Sezione Palermo Centro su delega della Federazione Italiana Vela, di concerto con la Classe Italiana Hansa 303 e il Comitato Paralimpico Italiano.

Tra gli atleti di punta spicca Carmelo Forastieri che è già stato selezionato dalla Federazione Italiana Vela per fare degli stage e che arriverà direttamente da Chiavari, dove parteciperà dal 26 al 28 aprile alla manifestazione Porte Aperte e che punta a chiudere la stagione in bellezza cercando di guadagnarsi un piazzamento per gli Europei di Portimao, Portogallo, in Ottobre.

Il progetto Hansa, come tutti gli altri progetti della Sezione è nato dalla consapevolezza che lo sport della vela possa contribuire fortemente all’integrazione consentendo a persone con difficoltà di diventare “protagonisti” di un percorso di crescita. Ma oltre alla volontà dei dirigenti e volontari Lega, il progetto non sarebbe stato possibile senza il supporto fondamentale della compagnia navale Grimaldi che ha fortemente creduto nel progetto della Lega Navale Italiana.

Print Friendly, PDF & Email