La festa della mamma, ma quando si celebra?

Oggi su fb mi sono comparsi, come ogni mattina, i ricordi odierni degli anni passati. Tra questi quello più interessante era, quello di tre anni fa, in cui facevo gli auguri a tutte le mamme. Campeggiava una bella foto di una rosa e poi c’era la seguente dedica:

Dedicato a tutte le mamme del mondo
Mamma, mamma e sempre mamma.
Quante volte abbiamo chiamato, mamma.
Quante volte abbiamo pensato, mamma.
Mamma, mamma e sempre mamma.
Questo filo sottile che ci lega indissolubilmente
non si spezzerà mai,
ne ieri, ne oggi e ne domani.
Mamma, mamma e sempre mamma.

Secondo la definizione di Wikipedia “La festa della mamma è una ricorrenza civile in alcuni Paesi del mondo, celebrata in onore della figura della madre, della maternità e dell’influenza sociale delle madri”. 

E’ una festa internazionale, celebrata in molti paesi. La data della celebrazione non è la stessa in tutti i paesi che la festeggiano. Ad esempio in Italia, Stati Uniti e gran parte dell’Europa, la ricorrenza viene celebrata la seconda domenica di maggio, quindi quest’anno verrà celebrata il 12 maggio.

Il 12 maggio? Mi sono detto. Ma non era l’8 maggio?

Oggi, essendo l’8 maggio, per me era la giornata in cui si celebra la Festa della Mamma. Ma qualcuno, più informato, mi ha fatto notare che non è così. Fatta una ricerca rapida ho constatato che quest’anno tale ricorrenza si celebra il 12 maggio, di conseguenza mi sono chiesto perché non si festeggia più in questa giornata?

Rifaccio una ulteriore ricerca e scopro che: molti, come me, sono convinti che la Festa della Mamma si celebri l’8 maggio: si tratta di un errore perché, la ricorrenza cade invece la seconda domenica di maggio. In origine la Festa fu istituita e celebrata proprio in questa data. In un secondo momento, venne spostata alla seconda domenica di maggio, per far sì che tutti potessero trascorrere la giornata con le proprie mamme.

Come nasce la festa della mamma? Di seguito riporto quanto ho rilevato sul sito scuolazoo.com: “Nel 1870 un’attivista pacifista e poetessa americana, Julia WardHowe, istituisce il Mother’sDay for Peace, un modo per riflettere collettivamente sui drammi della guerra. È la prima volta in cui si parla di un giorno dedicato alle madri, anche se la Festa della mamma come la conosciamo oggi è stata creata dall’attivista Anna Jarvis proprio per celebrare le memoria di sua madre e di tutte le madri. La ricorrenza è diventata da subito popolare negli Stati Uniti tanto che il Presidente Woodrow Wilson l’ha ufficializzata nel 1914. La festa si è così diffusa oltre i confini nazionali, diventato popolare anche in Italia.  Nel 2000, nel nostro Paese, si è deciso di spostare la festa alla seconda domenica di maggio, permettendo a tutte le mamme di usufruire di un giorno festivo da trascorrere insieme ai loro figli”.

Quindi, vecchietti come me mettetevi l’animo in pace, aggiornatevi, non si festeggia più l’8 maggio bensì la seconda domenica di maggio, che quest’anno coincide con giorno 12, il prossimo anno, 2020, si festeggerà il 10 maggio, tra due anni, 2021, il 9 maggio, tra tre anni, 2022, l’8 maggio e così via.

A questo punto mi sovviene una raccomandazione, soprattutto ai figlioli che non sono più in età scolastica, già perché per i bambini ci pensano le insegnanti a fare preparare qualcosa da regalare e festeggiare le loro mamme, non dimenticate di fare un regalo alla vostra mamma ed il migliore che possiate fare è quello di passare una giornata con lei. Sono momenti che lei non dimenticherà mai e voi li conserverete nel vostro cuore come ricordi più belli, ed un giorno mi darete ragione.

Meditate gente, meditate.

Print Friendly, PDF & Email