La Divina Commedia disegnata da Madè, rappresenterà l’arte siciliana a Ravenna

Pippo Madè
Pippo Madè

Locandina La Divina Commedia disegnata da Madè 16 maggio 2013Palermo, 29.08.2013 – Sabato 31 agosto a Ravenna il pittore Pippo Madè rappresenterà l’arte siciliana, con la sua nuova opera “La Divina Commedia – disegnata”, durante la manifestazione organizzata dal “Centro Dantesco” dei Frati Minori Conventuali di Ravenna, per i festeggiamenti del “Settembre Dantesco”

La Fondazione Dante Alighieri, in occasione del 702° compleanno del Sommo Poeta, ha invitato, per sabato 31 agosto, il pittore palermitano ad esporre tutte le opere che illustrano il volume dedicato alla “Divina Commedia”.

L’invito a Pippò Madè è arrivato lo scorso maggio alla presentazione, presso la Sala delle Capriate di Palazzo Steri, della nuova sua ultima opera. Durante la stessa l’artista è stato insignito della Laurea “Honoris Causa” in Scienze della Pedagogia dall’Ateneo palermitano.

Il volume è stato stampato in soli 399 esemplari, tutti autografati dall’autore, e contiene 119 disegni a china della Commedia Dantesca, rivisitata dall’artista. Ulteriori tre copie dell’opera, in edizione speciale con dimensioni maggiori e copertina di ancora più alto pregio, sono state realizzate per essere donate a Papa Francesco ed al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano entro l’anno, nonché al Centro Dantesco.

Rosario Lo Cicero
Rosario Lo Cicero

La prestigiosa opera, curata da Rosario Lo Cicero per le edizioni Walter Farina di Palermo, è stata realizzata senza alcun contributo economico da parte delle istituzioni ma grazie all’intervento di collezionisti e di privati. Rosario Lo Cicero, figlio dell’artista Pippo Madè e Presidente della “Associazione Culturale Internazionale Madè”, raggiunto telefonicamente ha voluto precisare: “Siamo riusciti a realizzare questa nuova opera grazie al contributo di imprenditori come  Gianni Zonin, Presidente della Banca Popolare di Vicenza, Mario Spinnato e tanti appassionati e collezionisti che hanno contribuito con l’acquisto dei volumi. Disponibili per la vendita sono rimaste non più di 70 copie.

Io e mio padre, siamo rammaricati, – ha  continuato Rosario Lo Cicero – perché a maggio abbiamo inviato un fax con la richiesta del patrocinio all’Assessore regionale al Turismo Michela Stancheris e non abbiamo avuto risposta. Ho provato, quindi, a raggiungerla telefonicamente sino a 15 giorni fa, precisando alla segreteria che la nostra richiesta non era finalizzata ad ottenere alcun contributo economico, bensì il solo patrocinio gratuito, ma non abbiamo ricevuto alcun appuntamento o comunicazione.”

Ancora più deluso è il Maestro Madè che, raggiunto al telefono a Ravenna ci ha detto: “Nella mia carriera ho sempre portato in alto il prestigio della Regione Sicilia ed ho sempre avuto al mio fianco le istituzioni regionali, a prescindere dal colore politico. Questa volta, non so per quale motivo, il Presidente dell’Assemblea Regionale, Giovanni Ardizzone, non ha risposto all’invito a partecipare a maggio alla presentazione della mia opera tantomeno ha mandato un collaboratore o un funzionario o espresso un cenno di gradimento al nostro operato. Il Presidente Rosario Crocetta ha invece risposto all’invito, attraverso la sua segretaria, esprimendo il gradimento per il lavoro svolto ma scusandosi di non potere partecipare alla presentazione per precedenti impegni assunti.”

“Con l’Assemblea Regionale Siciliana e la Fondazione Federico II c’è sempre stata grande collaborazione – ha continuato il Maestro – ho anche esposto le mie opere nei Saloni Duca di Montalto del Palazzo dei Normanni di Palermo e di recente ho effettuato una donazione, con tanto di atto notarile e valutazione delle mie opere, in favore proprio della stessa Fondazione. Per tutto questo, mi sarei aspettato maggiore attenzione.”

Il programma della manifestazione prevede: alle 17.30, presso la sala Padre Severino Ragazzini del Centro Dantesco, la consegna al Centro Dantesco di Ravenna, da parte dell’artista e dell’editore Walter Farina, di una delle tre opere in edizione speciale del volume “La Divina Commedia – disegnata”. Alle 18, verrà scoperta la maiolica “E nacque al mondo un sole”, ispirata all’XI Canto del Paradiso, realizzata su pietra lavica nelle antiche fornaci Serravalle di Santo Stefano di Camastra, in collaborazione con il Maestro Carmelo Elmo. La maiolica verrà collocata successivamente all’interno della Biblioteca del Centro Dantesco. Seguirà l’inaugurazione della mostra “La Divina Commedia” di Madè, che rimarrà aperta fino al 30 settembre. Alle 18.30 verrà celebrata la Santa Messa presso la Basilica di San Francesco (la chiesa di Dante)  ed alle 19.30 si procederà alla presentazione del volume “La Divina Commedia – disegnata”.

Ninni Ricotta

Print Friendly, PDF & Email