La Canottieri TeLiMar con Elena Armeli e Violante Lama è Campione d’Italia di Coastal Rowing

TLM_CAN_LIGNANO_PREMIAZIONE_COASTAL_2020
TLM_CAN_LIGNANO_PREMIAZIONE_COASTAL_2020

La Canottieri TeLiMar a Lignano Sabbiadoro conquista l’Oro nel Doppio nel Campionato Italiano di Coastal RowingElena Armeli e Violante Lama hanno ottenuto il Titolo, infatti, sulla dura distanza dei 6000 metri. Con questa vittoria in tasca, gli Europei per club di canottaggio costiero, che sono in programma in Toscana il 23-25 ottobre, sono sempre più vicini.

Le due atlete del Club dell’Addaura si sono imposte con un tempo di 24:28:69 sull’equipaggio del Saturnia, accumulando 44”47 di vantaggio; a chiudere il podio, il duo del Trieste.

La coppia esplosiva del Circolo palermitano, reduce dai tre titoli vinti ai Tricolori Master, ha aggiunto in corso d’opera la tappa di Lignano, proprio in virtù dell’ottimo stato di forma mostrato a Ravenna sette giorni fa.

Adesso, focus sugli Assoluti di Varese del 16-18 ottobre, prima dell’obiettivo Europei di Coastal Rowing, in calendario per la fine di ottobre a Donoratico.

Violante Lama, atleta Canottieri TeLiMar: «È stata una bellissima gara dove tatticamente e tecnicamente siamo riuscite ad esprimere al massimo le nostre potenzialità, con Elena, bravissima come capovoga nella sua prima gara costal, ed io, avendo già avuto qualche  esperienza nel canottaggio costiero, ho potuto aiutarla sulla tattica in mare, che è completamente diversa dal canottaggio su barche olimpiche. Quest’anno, dopo aver deciso di allenarmi per poter affrontare nuovamente gare Senior, riuscire a vincere un Titolo con avversarie decisamente più giovani è stato grandioso, sopratutto per il distacco dato alle seconde. Ringrazio il TeLiMar e soprattutto il nostro allenatore Marco Costantini per aver creduto in me e avermi dato questa opportunità. Ovviamente ringrazio la mia compagna di barca, con cui subito ho trovato il giusto feeling per un affiatamento perfetto».

Marco Costantini, Capo Allenatore Canottieri TeLiMar: «Risultato eccezionale, soprattutto perché arrivato a così breve distanza dal Campionato Master, che sicuramente rappresenta un canottaggio di seconda fascia rispetto ai nostri standard, ma quella di Ravenna era una tappa necessaria per noi, per poterci rimettere in acqua il prima possibile dopo il lockdown. La vittoria del Titolo è un risultato fantastico per noi per diverse ragioni, a cominciare dal fatto che, arrivati a Lignano, non abbiamo avuto modo di provare la barca: abbiamo avuto appena il tempo di regolare le impostazioni dello scafo che siamo partiti. Inoltre, grande soddisfazione per come è arrivata questa vittoria: un distacco così ampio sulle seconde, nel cui equipaggio spicca Beatrice Millo – fino alla scorsa stagione maglia Azzurra -, non sono pochi.  Super risultato, poi, in particolare per Violante che a 40 anni si è rimessa in gioco, con maturità e responsabilità. Elena, infine, ha mostrato grandi capacità di capovoga, determinazione e cattiveria in gara, eseguendo alla lettera le indicazioni che le avevo dato, cioè di partire forte fin dall’inizio, tagliando fuori le avverisarie da qualsiasi possibilità di rifarsi sotto nel corso della gara. Quella di oggi è la giusta ricompensa per il duro allenamento sin qui fatto, con obiettivi che restano sempre più ambiziosi».