Il tennis internazionale è tornato a Palermo. Parlano Orlando, Abbonato, Lapiana e Palpacelli

da sx Luciano Abbonato, Gabriele Palpacelli e Cesare Lapiana
da sx Luciano Abbonato, Gabriele Palpacelli e Cesare Lapiana
Leoluca Orlando
Leoluca Orlando

Erano circa le 11 di questa calda mattina, quando al Circolo del Tennis di viale del Fante, dove si stavano svolgendo le finali del 1° Torneo Itf juniores Città di Palermo, è arrivato il Sindaco di Palermo, Leoluca Orlando.

“Sono venuto – ha detto Orlando a GCPress -, nonostante che gli impegni precedentemente assunti non mi consentano di rimanere fino alla premiazione, per rendere omaggio a questo prestigioso torneo che ha riportato il grande tennis internazionale a Palermo. Questa è la conferma di come il tennis italiano si affermi nel mondo. Ieri abbiamo seguito la finale degli US Open a New York con due italiane una delle quali – la Vinci ndr – è cittadina onoraria di Palermo e oggi la finale di questo torneo organizzato dal Circolo del Tennis che mira fa divertire ma soprattutto a selezionare i futuri campioni italiani.”

Per l’Assessore allo Sport, Cesare Lapiana: “Il Tennis è quello che guardiamo in televisione, tifando Vinci o Pennetta, ma è anche quello che abbiamo visto qui. La città di Palermo ha tanti impianti sia pubblici che privati che danno la possibilità ai tanti giovani di provare a raggiungere grandi traguardi in questo sport. Il mondo giovanile del tennis giocato è in grande fermento. Sono sicuro che nelle prossime edizioni ancora un maggior numero di atleti internazionali verranno a Palermo per sfidare i nostri ragazzi.”

Per il presidente della Federtennis Sicilia, Gabriele Palpacelli, il risultato ottenuto dal torneo è ottimo: “Abbiamo visto in finale due atleti siciliani che confermano l’andamento positivo del nostro tennis. Veniamo da otto titoli italiani giovanili conquistati la settimana scorsa dalla categoria che va dall’under 11 all’under 16 a conferma che non si tratta di un caso isolato ma di un grande lavoro che viene costantemente effettuato dai circoli e dai maestri oltre che dall’impegno costante della federazione regionale che cura capillarmente tutta l’organizzazione.
Volevo sottolineare – ha continuato Palpacelli – lo straordinario momento che sta vivendo il tennis italiano. Ieri, con due italiane abbiamo conquistato gli US Open. Ma vorrei ricordare che la nostra regione annovera 3 giocatori tra i primi 230 al mondo del tennis maschile: Marco Cecchinato, Gianluca Naso e Salvo Caruso. Tra l’altro Cecchinato in queste ore è in finale al Challenger di Genova proiettandolo al numero 94 o 95 del mondo.
Quello di oggi – ha concluso Palpacelli –, dopo Messina, è il secondo torneo internazionale che si svolge sui campi della regione. Questo è un viatico importante speriamo ulteriormente di crescere. ”

Per l’Assessore al bilancio, Luciano Abbonato: “Questo torneo è una festa incredibile. Siamo rimasti colpiti dalla partecipazione di questi giovani atleti che hanno dimostrato grande sportività e fair play oltre le grandi capacità tecniche dimostrate sul campo. Questo torneo è iniziato nel migliore dei modi con un ritorno nello scenario internazionale e con una finale maschile tutta siciliana. Questa amministrazione è felice di avere patrocinato questa iniziativa e certamente non farà mancare il sostegno nelle edizioni future.”

Palermo è sempre stata un palcoscenico per il grande tennis ma da alcuni anni ha perso la possibilità di ospitare i prestigiosi Internazionali Femminili WTA. Infatti, causa impossibilità a sostenere i costi, a fine settembre 2013 l’assemblea soci del Country Club di Palermo non ha accettato l’offerta della Fit di prendere in consegna il torneo, che si giocava nel capoluogo siciliano sin dal 1988, mentre ha accettato l’offerta organizzativa Malese. Pertanto dal 2014 e per i prossimi tre anni ed eventualmente per i successivi tre ancora il torneo si disputerà a Kuala Lumpur in Malesia.

Durante il 1* Torneo Itf juniores Città di Palermo, abbiamo chiesto al Sindaco, agli Assessori e al presidente della Federtennis Sicilia se ci sono speranze di riportare gli Internazionali Femminili WTA in Sicilia:

“Questo è uno dei nostri obiettivi – ha detto Leoluca Orlando -. Negli anni Palermo è stata cancellata dal panorama sportivo internazionale. Questa amministrazione comunale ha sempre sostenuto lo sport e con grandi sacrifici sta piano piano riportando anche il grande tennis a Palermo, per il momento abbiamo ospitato gli juniores.” In conclusione, Orlando ha anche parlato dell’affluenza di visitatori a Palermo: “Ci conforta la straordinaria presenza di turisti che sono tornati a visitare la nostra città ma con una nota di rammarico constatiamo che i turisti vengono per la bellissima Palermo nonostante noi cittadini non meritiamo questa città.”

“Per riportare gli internazionali femminili al Country – ha detto Cesare Lapiana – ci vuole il supporto non solo del circolo ma soprattutto uno sforzo economico della regione.”

“Gli internazionali sia maschili che femminili – ha detto Luciano Abbonato – erano manifestazioni che hanno trovato il supporto delle pubbliche amministrazioni ma erano iniziative che venivano programmate dai circoli. Se, nel futuro, vi sarà questa volontà bisognerà chiedere ai circoli. Credo che oggi è un’epoca che richiede una politica di piccoli passi, si ricomincia con l’Itf e con il circuito giovanile in modo da consentire al Circolo del Tennis, ma anche agli altri circoli, di potere ambire a scenari più prestigiosi e a budget più significativi rispetto quelli modesti necessari per organizzare tornei come quello svolto in questa settimana.”

“Come federazione – ha detto Gabriele Palpacelli -, stiamo lavorando per riportare in Sicilia un torneo internazionale maschile e far ritornare al Country di Palermo gli internazionali femminili.