Il nuovo volto della viabilità nel centro storico di Palermo. L’1 agosto l’avvio dei provvedimenti

Via Maqueda a Palermo

Il Dirigente del Servizio Mobilità Urbana ha emanato diverse ordinanze, in via di pubblicazione sul sito istituzionale del Comune di Palermo, per una complessiva riorganizzazione della circolazione nel centro storico.

Il nuovo piano di circolazione delle vie interessate partirà in via sperimentale il 1° agosto. L’attuazione dei singoli provvedimenti avverrà graduatamene nell’arco di 4 giorni, con la Polizia Municipale sul posto per irregimentare i flussi veicolari.  

“Una piccola rivoluzione – ha dichiarato il Sindaco, Leoluca Orlando – che si inserisce nella più grande rivoluzione del traffico e della mobilità a Palermo. Una rivoluzione che in questi anni è andata di pari passo con quella culturale, segno ne sia il fatto che commercianti e residenti erano prima contrari alle pedonalizzazioni ed oggi le chiedono a gran voce. Ovviamente questi provvedimenti non riguardano soltanto il centro storico, perché la loro ricaduta positiva riguarda tutta la città, come dimostra il fatto che nelle rinate via Maqueda e Vittorio Emanuele oggi lavorino centinaia di palermitani che, certamente, non sono tutti residenti del centro storico”.

“Un provvedimento importante – sottolinea l’Assessore alla Mobilità, Giusto Catania – per la viabilità del centro e soprattutto per la sua vivibilità e fruizione; un provvedimento che possiamo considerare la naturale evoluzione del percorso avviato all’inizio di questa esperienza amministrativa, che ha puntato molto sulle pedonalizzazioni e sulla restituzione ai cittadini di tanti spazi di vivibilità”.

La prima ordinanza riguarda la regolamentazione della circolazione nella “ZTL Maqueda SUD”, istituita in via Maqueda, tratto piazza G. Cesare/corso Tukory e piazza Villena compresa,  la regolamentazione della circolazione veicolare interna ed esterna al tratto stradale interessato dalla ZTL, l’individuazione di alcune aree di sosta e la modifica dell’ordinanza inerente all’istituzione di Zona a Traffico Limitato del Mercato Storico “Ballarò”.

COSA CAMBIERA’

Il senso di marcia in via Maqueda – da piazza Giulio Cesare ai Quattro Canti (piazza Villena) dove – fra le 7 e le 10 di mattina – si andrà appunto in questa direzione;

La direzione di marcia anche via Calderai, che sarà ora da via Roma verso via Maqueda. Di fatto diventa la via di accesso al mercato di via Ballarò (da via Roma, via Calderai, via Ponticello, piazza Casa Professa);

La direzione di marcia interna al parcheggio di via Spinuzza, che resta esterno alla ZTL, con ingresso da via Roma ed uscita su via Cavour.

La seconda ordinanza riguarda la nuova regolamentazione della circolazione veicolare di via Roma, tratto compreso tra piazza Giulio Cesare e via Cavour, e delle vie Trento, Gorizia, S. Rosalia, Parrocchia dei Tartari, Fiume, Pola, Grande Lattarini, Seminario Italo Albanese, Padre Giorgio Guzzetta, del Poeta, Monte S.Rosalia, Bara all’Olivella, Eliodoro Lombardi, Salvatore Spinuzza, Valenti e le piazzette della Messinese e Due Palme.

Sostanzialmente, in via Roma, nel tratto compreso tra piazza Giulio Cesare e via Cavour, viene istituito il doppio senso di marcia. I veicoli che transitano in via Roma, in direzione via Cavour, potranno svoltare a sinistra in corrispondenza delle seguenti intersezioni stradali: Via Torino, Via Santa Rosalia, Via Divisi, Via Livorno, Via Genova, Via Napoli, Via Epicarmo, Ingresso Posta Centrale (altezza via Seminario Italo Albanese), Via Bara all’Olivella, Via Spinuzza.

I veicoli che transitano in via Roma, in direzione piazza Giulio Cesare, potranno svoltare a sinistra in corrispondenza delle seguenti intersezioni stradali: Via Bara all’Olivella, Via Zara (riservata ai soli mezzi di tutela e di scorta), Via Montesanto.

Lungo tutto il tratto di via Roma, compreso tra piazza Giulio Cesare e via Cavour, in entrambi i sensi di marcia, sono confermati i DIVIETI DI TRANSITO ai mezzi con massa superiori ai 35 quintali e delle linee di Trasporto Extraurbano.

Infine, una terza ordinanza riguarda l’istituzione di una Zona a Traffico Limitato in via Vittorio Emanuele, denominata “ZTL Cassaro Centrale”, tratto compreso tra piazza Villena/Via Maqueda e Piazzetta Marchese Arezzo/Via degli Schioppettieri, la regolamentazione della ZTL di via Vittorio Emanuele, l’individuazione dei varchi di accesso all’area ZTL e degli aventi titolo al rilascio PASS per il transito in via Vittorio Emanuele.  

In particolare, viene disposta l’istituzione della “ZTL CASSARO CENTRALE”in Via Vittorio Emanuele, nel tratto compreso tra piazza Villena/via Maqueda e piazzetta Marchese Arezzo/via degli Schioppettieri, fatta eccezione  per una corsia di marcia centrale, in senso unico, per il transito dei veicoli autorizzati, con limite di velocità fissato a 10 Km/h.

NEL RISPETTO DELLE NORME DELLA ZTL CENTRALE LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI IN VIA VITTORIO EMANUELE, IN DIREZIONE VIA ROMA, E’ REGOLAMENTATA SECONDO LE SEGUENTI MODALITA’:

Nei  giorni feriali –  dalle ore 7.00 alle ore 10.00 – libera circolazione di tutti i mezzi, lungo tutto il tratto stradale da piazza Villena a via Roma.

Nei giorni feriali – dalle ore 10.00 alle ore 07.00 del giorno successivo – chiusura al transito veicolare.

Nei giorni festivi –  nel tratto da piazza Giulio Cesare a via Calderai/via del Ponticello – dalle ore 0.00 alle ore 24.00 – chiusura al transito veicolare.  
Viene individuato un varco di accesso, da realizzarsi in Piazza Villena, da cui gli autorizzati potranno accedere e transitare nell’area “ZTL. Cassaro Centrale”.

“Questa iniziativa dell’assessore Catania è fortemente voluta dalla Prima circoscrizione che in questi due anni incontrando cittadini e commercianti operanti nel centro storico ha registrato la comune esigenza di estendere le aree pedonalizzate anche nei principali assi dello stesso centro storico. Queste sono iniziative molto importanti e sono state studiate per non sfavorire i mercati storici che avranno accessi privilegiati migliorando l’economia, in particolare per quanto riguarda il mercato storico di Ballarò”. Lo ha detto il presidente della Prima Circoscrizione, Massimo Castiglia in merito alla pedonalizzazione Maqueda e Cassaro.

“Ritengo che il nuovo piano di  pedonalizzazione può essere una grande opportunità per le attività produttive già esistenti in via Vittorio Emanuele e per farne nascere di nuove nel tratto di via Maqueda alta”, dichiara il presidente della commissione Attività produttive Ottavio Zacco, che però tiene a sottolineare che non condivide “il metodo adottato per determinare una decisione così importante e strategica per la città, decisione che deve necessariamente essere condivisa con tutti gli attori protagonisti, residenti e associazioni di categoria, affinché da un confronto si possano apportare modifiche e migliorie ad un provvedimento che cambierà radicalmente la circolazione nel centro storico”.
Poi aggiunge: “ritengo  sia fondamentale un confronto con la cittadinanza attraverso la circoscrizione e le commissioni competenti, convocando nelle sedi opportune residenti e titolari delle attività commerciali, al fine di valutare eventuali proposte migliorative al provvedimento. Infine, conclude Zacco: “ho una grande stima nei confronti di Giusto Catania e conoscendolo in veste di ex assessore alla partecipazione, mi aspettavo una maggiore condivisione. Sto predisponendo una nota rilevando alcune anomalia nel provvedimento che conosce molto bene il territorio visto l’esperienza maturata nella prima circoscrizione”.



Print Friendly, PDF & Email