Il Natale a Palermo: appuntamenti tra arte, cultura, musica e solidarietà

palermo
Il presepe in via Magliocco, a Palermo - ph. Nuccio La Mantia

NATALE A PALERMO è una rassegna di dieci concerti gratuiti organizzata dai club service della città. A Santo Stefano: giovedì (26 dicembre) alle 18 nella chiesa monumentale di Casa Professa (piazza Casa Professa), si esibirà la Symphonic Band “Giacomo Candela” che chiuderà poi il cartellone, il 6 gennaio nella chiesa di San Domenico.

Venerdì 27  dicembre (alle 18) nella chiesa di San Giuseppe dei Teatini (corso Vittorio Emanuele, 311) toccherà all’Orchestra da Camera “Salvatore Cicero”, importante realtà fondata nel 1988 all’interno del Conservatorio, formata da giovani musicisti e guidata da Luigi Rocca. In programma il “Concerto per clarinetto e orchestra K 622 in La Maggiore” di Mozart (clarinetto solista: Enrico Bellina) e ”Introduzione, tema e variazioni per clarinetto e orchestra” di Rossini.

In collaborazione con l’ARNAS Civico Di Cristina Benfratelli, venerdì 27 dicembre alle 17 nel Nuovo Polo oncologico del Civico, l’arpista Ginevra Gilli proporrà un viaggio tra i suoni impalpabili e magici delle fate tra musiche irlandesi, scozzesi e siciliane. Si proseguirà il 2 gennaio alle 17, a Chirurgia Toracica, con un quintetto di fiati e voce che proporrà il recital Oboe’s Time tra Mozart e canti natalizi. Infine il 5 gennaio alle 17, a chirurgia oncologica, la pianista Valentina Grisafi eseguirà musiche classiche di  Schubert, Brahms., Chopin, Grisafi, Betta.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Il Museo Archeologico Salinas nel periodo natalizio – dal 22 dicembre al 6 gennaio – propone un programma di appuntamenti variegato, progettato da CoopCulture e dalla direzione del Museo, tra visite guidate in notturna, concerti, aperture straordinarie, laboratori, con un occhio particolare per le fiabe d’autore, nella fattispecie, quel Gianni Rodari di cui nel 2020 cade il centenario della nascita. Il Museo Salinas anticipa le celebrazioni e vara, con Dudi Libreria e sotto il Patrocinio dell’ARS, “C’era 100 volte Gianni Rodari”, un vero e proprio viaggio nel fantastico “mondo alla rovescia” dello scrittore, tra fiabe, filastrocche, storie, sogni. Oltre all’immancabile gioco della tombola rivisitato in chiave archeologica, ai laboratori per creare speciali decorazioni per l’albero di natale, spettacoli di magia e altro ancora.

Venerdì 27 alle 11 – con replica il 4 gennaio alle 16 -letture ad alta voce dei più famosi albi illustrati di Rodari a cura di Stella Lo Sardo. Domenica 29 alle 11 (ingresso libero), uno strano tipo circolerà nel chiostro: è Monsieur Barnaba, un pò clown, un pò giocoliere, un pò mago. Il gran finale si avrà per l’Epifania: la mattina del 6 gennaio, alle 10,30 e in replica alle 12 (ingresso libero), il museo si animerà uno dei più bei racconti di Gianni Rodari, La Freccia Azzurra.

Per Santo Stefano il Museo sarà aperto e i più piccoli (dai 4 ai 10 anni) potranno partecipare alle 11 nel bookshop ad una visita guidata alla loro portata seguita da un “archeotombola”. Il 27 invece, sempre alle 11, le letture animate dedicate a Rodari con la Libreria Dudi. Partecipazione: 5 euro.

LA NOTTE BIANCA DEL MUSEO SALINAS

Sabato 28 dicembre la lunga giornata al Museo inizierà alle 16,30 con il laboratorio di Fiabe riciclate per bambini tra 4 e 10 anni (partecipazione 5 euro). Dalle 18 il Salinas sarà aperto gratuitamente e in notturna fino alle 23. Alle 21 nel chiostro minore, concerto di world music del Karaba Trio (Bintu e Davide Badiane, voce, contrabbasso e piano, e Ruggero Di Luisi alla batteria). Sarà anche possibile partecipare alle visite guidate da un archeologo alle collezioni; mentre la curatrice Helga Marsala condurrà alla scoperta della mostra temporanea “Quando le statue sognano”, previsti quattro turni alle 18, alle 19,30, alle 21 e alle 22. La visita delle 19,30 sarà addirittura condotta dalla direttrice del Salinas e co-curatrice della mostra, Caterina Greco. Visita guidata + un calice di vino: 8 euro.

Si continua la domenica (29 dicembre): alle 11, nel chiostro (ingresso libero), con l’animazione di Monsieur Barnaba (partecipazione: 5 euro + biglietto del museo); alle 12,15 musica del Bonsai Trio.

ARRIVA LA BEFANA

Sabato 4 gennaio alle 11 nel Bookshop con le letture ad alta voce dedicate a Gianni Rodari. Domenica 5 si inizia alle 11 con una visita-gioco per i bambini fino a 10 anni: i piccoli archeologi parteciperanno ad una visita a tema per poi realizzare una scarpa ispirandosi ad una famosa vasca da bagno che il Salinas acquistò nel 1916 per 300 lire (Partecipazione: 5 euro). Alle 11 e alle 12 le visite guidate alla collezione e alla mostra temporanea (partecipazione: 5 euro), e degustazioni (10 euro); poi, musica nel chiostro: stavolta toccherà al Moscla Trio (Sergio Schifano alla Chitarra, Luca La Russa al Basso Elettrico e Federico Mordino alle percussioni).

Il programma natalizio si chiuderà il 6 gennaio alle 10,30 (e in replica alle 12) con lo spettacolo per bambini “La freccia azzurra”, dal romanzo di Gianni Rodari. Ingresso libero.

Aida Satta Flores

Il festival Le Vie dei Tesori, dopo aver registrato numeri da capogiro in quest’ultima edizione, ha preparato dei preziosi concerti nei luoghi del cuore che il pubblico ha particolarmente apprezzato. La cantautrice Aida Satta Flores, dopo la tappa al Teatro Sollima di Marsala, sabato 28 alle 21 sarà presso la chiesa del Santissimo Salvatore, a Palermo; mentre l’indomani a Naro. Ad accompagnare Aida ci sarà la sua band: Alessandro Valenza al pianoforte, Davide Inguaggiato al contrabbasso, Davide Rizzuto al violino. Per Aida si tratta solo di parole: che hanno un certo peso, soprattutto quando parlano di bellezza, poesia, coraggio, voglia di fare, giustizia, amore. Questa signora innamorata della musica sta costruendo i suoi concerti attorno al concetto del Natale che diventa invisibile e visibile filo conduttore per un vivere civile, di pace, fratellanza, condivisione. Le immagini e la digital art di Leonardo Bruno susciteranno una comunanza di stupori, meraviglie e visioni. Info e biglietti (5 euro) su leviedeitesori.it

A Isola delle Femmine, domenica 5 gennaio a Piazza Pittsburg, alle ore 11, “Aspettando la Befana, con il cantastorie Antonino Scalici e l’Associazione Happy Hope che effettueranno balli e giochi.

Fino al 31 gennaio 2020, al primo piano di Corso Umberto I 45/47, a Cinisi, vi aspetta un nuovo spazio espositivo, dedicato all’arte contemporanea e gestito dall’artista Cesare Inzerillo. Mostra d’apertura a sua cura sarà la collettiva “Finché vita non ci separi”, il cui allestimento, curato con Nicola Sferruzza, vedrà esposte, oltre alle sculture di Inzerillo stesso, le opere di Marilena Manzella per la pittura, di Gaspare Palazzolo per la fotografia e di Cristina Sbacchi per la scrittura. ORARI:
lunedì – sabato: 10 – 13 e 16,45 – 21,30. Domenica, su appuntamento. Info: 347 1898366. Ingresso libero.

Cefalù Buskers Festival Christmas Edition”, è la rassegna di teatro di strada, che si terrà il prossimo 26 e 27 dicembre nell’ambito del cartellone di spettacoli natalizi, promossi dall’assessorato al turismo, eventi di richiamo e attività produttive del comune di Cefalù, diretto da Simone Lazzara. In programma nuove ed esilaranti esibizioni organizzate dall’associazione Kiklos in collaborazione con il comune, con una mission ben precisa: “valorizzare la figura dell’artista di strada e far conoscere ad un pubblico sempre più vasto le bellezze storiche, naturalistiche e le suggestioni di un territorio meraviglioso”. Per due giorni i riflettori saranno puntati sui più grandi artisti del panorama nazionale ed internazionale del teatro di strada, grazie alla preziosa direzione artistica di Mario Barnaba, presidente dell’associazione Kiklos nonché, responsabile nazionale del FNAS- Federazione Nazionale Arte Strada.

Giocoleria musica ed equilibrismo faranno il giro del centro storico a partire dalle 16:00 del giorno di Santo Stefano, con 3 spettacoli: dalle 16:00 alle 18:45 il “Circo Equilibrato” in piazza Purgatorio, e dalle 17:00 alle 19:30, “Lo sgruscio di Natale”, una favola natalizia che si rifà al “Cantico di Natale” di Charles Dickens, riadattata da una compagnia di Palermo. A concludere il trittico, Mr. Sardella Show, con vere e proprie incursioni tra il pubblico, in via porta terra a partire dalle 18:00.

Note più colorate e sonore per la serata del 27 che sarà aperta dalla street band dei “Kimolia band” per le vie del centro storico. Da qui si passerà al secondo spettacolo, in programma alle 17:00, con Gianmarco Amato, attore e giocoliere, che si esibirà nel suo spettacolo “Ci vuole calma” in piazza Purgatorio. Alle 17:45 in via porta terra, un’altra guest star, Peppino Marabito, attore, giocoliere e fantasista che si esibirà a tutto tondo, con incredibili colpi di scena.

A Belmonte Mezzagno, dal 26 al 29 dicembre 2019 e dal 5 al 6 gennaio 2020, va in scena la seconda edizione del Presepe Vivente dal tema “Vi cunto u misteru” con la direzione artistica del maestro Giovanni Peligra, che si potrà visitare tutti i giorni, dalle 16 alle 20 (con l’ultimo ingresso in fila), nella parte storica del paese, dietro la Chiesa Madre, e sarà visitabile da gruppi di 30/40 persone per volta. Lungo 1 km circa il percorso che si potrà fare, partendo da piazza Garibaldi e attraversando via Magazzino Principe, la piazzetta dove si realizzerà il mercato, per arrivare nella “rantaria”, praticamente alla Grotta della Natività.

Un vero e proprio viaggio animato, alla fine del quale ai visitatori sarà offerta una degustazione di prodotti tipici in piazza Tenente Chinnici. I biglietti cartacei si potranno acquistare direttamente alla cassa nel gazebo, all’ingresso di piazza Garibaldi, nei giorni di rappresentazione del presepe: dal 26 al 29 dicembre 2019 e dal 5 al 6 gennaio 2020, dalle 14 alle 19.30; nei rivenditori autorizzati e online, attraverso l’applicazione presente sul sito presepeviventebelmontemezzagno.it. Il costo del biglietto d’ingresso cartaceo è di 6 €, gratis per i bambini sotto i 5 anni e i disabili; dai 6 ai 10 anni, 3 €; online con ingresso preferenziale 7,50 €, gratis i bambini sotto i 5 anni e i disabili, da 6 ai 10 anni 4 € .

Al Polo culturale di Agrigento, fino al 5 gennaio visite guidate con tanti itinerari interessanti come Visita in Valle, dedicato ai principali monumenti dislocati lungo il tratto superiore della Valle dei Templi, Percorsi sotterranei sulle necropoli delle prime comunità di cristiani agrigentini, Costruire per gli dei con riproduzioni di macchinari e utensili fondamentali per la realizzazione dei templi. Per i bambini, due appuntamenti al Museo archeologico Pietro Griffo come Archeotombola, e Animali mitologici pazzeschi, una caccia al tesoro sul significato delle rappresentazioni su vasi, fregi e monete.

Tornando a Palermo… Caravaggio experience  – la fuga e l’indagine approda alla Fondazione Sant’Elia per un viaggio straordinario tra videoinstallazioni immersive, visite animate in costume e sonorità barocche. Opening domenica 22 dicembre alle ore 18. Fino al 30 aprile 2020.

Print Friendly, PDF & Email