domenica, 25 Luglio 2021
spot_img
HomeculturaI Luoghi del Cuore FAI 2021: al 4° e 6° posto Modica...

I Luoghi del Cuore FAI 2021: al 4° e 6° posto Modica con la Via delle Collegiate e la chiesa di San Nicolò

Sono stati resi noti ieri, a conclusione del 10° censimento del Fai su I luoghi del cuore, i beni vincitori, tra questi ben si piazza Modica. Ecco anche le posizioni degli altri luoghi siciliani candidati

Dopo la Ferrovia delle Meraviglie (1° posto) tra Ventimiglia e Cuneo; il Castello e Parco di Samezzano a Reggello (Firenze – 2° posto), e il Castello di Brescia (3° posto), si aggiudica la quarta posizione nella classifica dei Luoghi del Cuore Fai, edizione 2021, resa nota ieri, giovedì 25 febbraio, la Via delle Collegiate di Modica, in provincia di Ragusa con 40521 voti.

Ma per Modica, la gioia non finisce qui, infatti al sesto posto, con 30226 voti, si classifica la Chiesa Rupestre di San Nicolò inferiore.

Ancora un luogo siciliano, al 13esimo posto, con 19432 voti, per la chiesa Santa Maria Gesù lo Piano di Polizzi Generosa (Palermo), mentre al 15esimo posto troviamo, con 18059 voti, la Cripta del Duomo di Messina.

Alla ventunesima posizione, è ancora Sicilia, stavolta nel catanese: con 13887 voti si classifica la Reale Cappella di Santa Venera nella Basilica Cattedrale di Acireale. La Scala dei Turchi, a Realmonte (Agrigento) si ferma invece al 25° posto con 11218 voti.

Il Giardino Inglese di Palermo, invece, è approdato al 41esimo posto con 7480 voti; scendendo ancora nella classifica, ritroviamo un altro luogo siciliano al 70° posto, dove leggiamo il Bosco di Santo Pietro, a Caltagirone (Catania), con 5328 voti.

All’ottantatreesimo posto, troviamo invece la chiesa del Purgatorio a Castelvetrano (Trapani) con 4672 voti totali; poco più giù, all’85esima postazione si classifica il Convento di Santa Maria di Gesù Superiore, a Messina, con voti 4586.

Con 3741 voti, al 110° posto troviamo il teatro di Andromeda a Santo Stefano Quisquina – Agrigento; poco più in basso, al 114esimo, c’è invece la chiesa di Santa Maria di Gesù di Catania (3578 voti).

Ancora Catania, al 115esimo, che con 3567 voti piazza il Pozzo di Gammazita e le antiche Vie d’acqua di Catania; al 120esimo posto c’è l’Officina delle tradizioni popolari di Agrigento (3357 voti); e al 125esimo, invece, il complesso monumentale di Santa Maria della Grotta a Marsala – Trapani (3266 voti).

Agrigento si ripropone al 131esimo posto con l’area naturale di Maddalusa – 3102 voti. E, al 133esimo, si piazza il Castello Aragonese del XIV secolo di Piazza Armerina (Enna), con 3082 voti. Il Santuario dei SS. Martiri Alfio, Filadelfio e Cirino a Lentini (Siracusa) si ferma al 145° posto con 2927 voti.

La classifica naturalmente continua, in quanto elenca tutti i luoghi italiani candidati, ed è consultabile al link https://fondoambiente.it/il-fai/grandi-campagne/i-luoghi-del-cuore/classifica/

A seguire, ecco i premi dedicati ai vincitori del 10° Censimento, e che non sono cumulabili: i 3 luoghi più votati nella classifica nazionale potranno accedere a un contributo rispettivamente di 50.000€, 40.000€ e 30.000€, presentando un progetto legato al luogo del cuore; poi, ci sarà il vincitore della classifica speciale “L’Italia sopra i 600 metri” che beneficerà di un contributo fino a un massimo di 20.000€, sempre presentando un progetto; ed ancora, al vincitore della classifica speciale “I Luoghi storici della salute” andrà un contributo fino 20.000€, anche in questo caso, dietro presentazione di un progetto; infine, il luogo che ha ottenuto più voti digitali vincerà un video promozionale o storytelling a cura del FAI.

Ma i vantaggi per i vincitori, o meglio i luoghi più votati, ancora proseguono: per tutti i luoghi con almeno 50.000 voti ci sarà comunque un contributo di 5.000€, stavolta cumulabile con altri contributi; e, poi, tutti gli altri luoghi con almeno 2.000 voti potranno partecipare al Bando I Luoghi del Cuore che verrà lanciato a breve, richiedendo un intervento al FAI dietro proposta di un progetto.

Questa edizione, del 2021, complice probabilmente la situazione pandemica che ci costringe a dedicare maggior tempo a pc, tablet e applicazioni varie, si ricorderà sicuramente come quella in cui gli italiani hanno votato di più. Ed un gran boom di voti si è registrato proprio nella nostra Sicilia, dove è emersa una forte volontà di poter salvare e recuperare i luoghi del cuore siciliani.

CORRELATI

Ultimi inseriti