mercoledì, 22 Settembre 2021
spot_img
HomeappuntamentiGli Archi della Massimo Youth Orchestra, diretti dal Maestro Michele De Luca,...

Gli Archi della Massimo Youth Orchestra, diretti dal Maestro Michele De Luca, in concerto al Museo D’Aumale di Terrasini

La Fondazione Teatro Massimo per l’11 settembre. Disponibile tutto il giorno sulla web Tv il concerto "Musica dall'Afghanistan" dell’Ensemble Bakhtar

Sabato 11 settembre alle 21.00, al Museo D’Aumale di Terrasini, ospiti della manifestazione “I media della CEI, insieme per passione” si esibiranno gli Archi della Massimo Youth Orchestra, diretti dal Maestro Michele De Luca.
 
La più recente tra le formazioni giovanili del Teatro Massimo, composta da giovani tra i 16 e i 23 anni, presenterà in apertura il Concerto grosso per la notte di Natale di Arcangelo Corelli, una delle composizioni più note del barocco strumentale italiano, per passare poi al Novecento con il notissimo e struggente Adagio per archi di Samuel Barber. Di nuovo Settecento con il Concerto in Do maggiore di Antonio Vivaldi, che vede solista al mandolino il giovane Salvatore Sclafani, e si prosegue con il Divertimento in Re maggiore K 136 di Mozart. Nel finale, omaggio ad Ennio Morricone con pagine dalla colonna sonora di Nuovo Cinema Paradiso.
 
L’ingresso è libero su prenotazione telefonica al 351 6814239. Si ricorda l’obbligo di green pass e mascherina.

***

La Fondazione Teatro Massimo per l’11 settembre. Disponibile tutto il giorno sulla web Tv il concerto “Musica dall’Afghanistan” dell’Ensemble Bakhtar

L’iniziativa fa seguito alle dichiarazioni dell’ANFOLS – l’Associazione Nazionale delle Fondazioni Lirico sinfoniche italiane di cui Francesco Giambrone è presidente – che aveva espresso proprio pochi giorni fa l’intenzione di programmare nei singoli teatri d’opera che la compongono, manifestazioni concrete in difesa della libertà di espressione e della pratica musicale, per esprimere solidarietà al popolo afghano e per contribuire alla conoscenza e alla promozione della sua straordinaria tradizione musicale.

L’Ensemble Bakhtar, composto da Veronica Doubleday (voce e daireh), John Baily (rubad e dutar), Matthaios Tashourides (lira), Yusuf Mahmood (tabla), si era esibito nella Sala degli Stemmi del Teatro Massimo di Palermo il 21 e il 22 febbraio del 2002, a conclusione del convegno di studi su “La cultura e i generi musicali afghani: tradizione, attualità e futuro”, organizzato dal Teatro Massimo all’indomani del divieto imposto dai talebani al popolo afghano di praticare e ascoltare musica. Gli atti del convegno erano stati poi pubblicati sulla rivista del Teatro Massimo “Avidi Lumi”, diretta da Sebastiano Giacobello e cui era allegato anche il CD con la registrazione del concerto.
 
Sarà possibile ascoltare il concerto collegandosi al sito del Teatro Massimo -> teatromassimo.it/archivio/notizie/musica-dall-afghanistan.html

CORRELATI

Ultimi inseriti