Gli appuntamenti del Muni Gyana su temi filosofici, scientifici ed educativi, rivolti all’intera città

L’appuntamento al Centro Muni Gyana per discutere su temi filosofici, scientifici ed educativi, è per domenica 2 giugno alle 17,30,  al Centro Buddhista Muni Gyana di via Grotte Partanna 5, a Palermo con un incontro dal il cui tema è l’intelligenza emotiva come quell’aspetto dell’intelligenza legato alla capacità di riconoscere, comprendere, saper gestire e controllare le proprie emozioni.

Il Centro Muni Gyana prosegue con il suo ciclo di incontri dal titolo ”Visti da occidente” rivolti all’intera città, e si apre anche al mondo dell’intelligenza emotiva, tema trattato per la prima volta nel 1990 da Peter Salovey e John D. Mayer e successivamente nel 1995 dallo psicologo, giornalista e scrittore statunitense Daniel Goleman, nel suo libro “Emotional Intelligence”. A parlarne sarà lo psicologo palermitano Ezio Recano, da tempo impegnato in studi sull’intelligenza emotiva.

L’obiettivo degli appuntamenti “Visti da occidente” è quello di trattare tematiche affini con quelle affrontate all’interno di un centro buddhista, ma al contempo rivolte a tutta la collettività. Un modo per abbattere i muri dei preconcetti culturali su cui spesso è fondata la società odierna. L’appuntamento sull’intelligenza emotiva, infatti, si prefigge lo scopo di fornire al fruitore gli strumenti utili per comprendere le credenze che si posseggono sulle emozioni umane, il tutto da una prospettiva cognitiva – neurofenomenologica che si configura anche come la capacità di conoscere e di dominare sé stessi.

Il concetto di intelligenza emotiva è rivolto alla psicologia scolastica, in quanto utile ad attenzione l’aspetto emotivo per favorire i processi di apprendimento nei bambini in età scolare. Ad esempio mediante attività di consapevolezza emotiva che utilizzano l’arte come strumento per esternare e vivere consapevolmente le emozioni. Ma l’obiettivo è anche quello di spiegare il come il concetto di intelligenza emotiva è volto allo sviluppo di capacità quali la motivazione, l’empatia e il saper gestire le relazioni sociali. 

“L’intelligenza emotiva, infatti, è proprio quella abilità cognitiva che ci permette di conoscere, godere, usare, ma soprattutto gestire le nostre emozioni – spiega Ezio Recano – quindi è quell’abilità che ci permette di vivere nel mondo con un livello maggiore di consapevolezza, benessere e coscienziosità”.

Nel corso dell’incontro sarà anche introdotto il metodo MetaEmozioni, ideato dalla professoressa Antonella Damico, espresso nel libro “Intelligenza emotiva. Pillole metaemotive per vivere meglio” (San Paolo editore), un libro nel quale sono contenuti test e training utili per il potenziamento dell’intelligenza emotiva.

Ingresso gratuito

Print Friendly, PDF & Email