Giro podistico di Castelbuono, pronta la 94^ edizione

Torna il Giro Podistico Internazionale di Castelbuono. A circa 100 giorni dalla gara, che si svolgerà il 26 luglio, è stato presentato in conferenza stampa il progetto per la nuova edizione, la 94esima. Il Giro di Castelbuono prevede una distanza di 11.300 metri percorsi nel perimetro della città e vedrà la partecipazione di una settantina tra gli atleti più competitivi a livello internazionale; una vera e propria élite dei migliori runner in circolazione. L’evento sarà trasmesso in diretta su Rai Sport.

A condurre la conferenza Antonio Castiglia, presidente del Gruppo Atletico Polisportivo Castelbuonese, principale ente organizzatore del Giro: «Quest’anno abbiamo deciso di allargare le potenzialità del Giro grazie al supporto del museo civico e agli enti scolastici che si faranno promotori di laboratori di studi per gli eventi inerenti. Novità del 2019 sarà la gara storica che vedrà i partecipanti correre con vestiti e attrezzature tecniche dei decenni scorsi».

A presenziare la conferenza anche l’assessore allo sport del Comune di Castelbuono Dario Guarcello e l’assessore regionale Sandro Pappalardo. «Poche città hanno un numero di eventi importanti e capacità attrattive come Castelbuono – ha dichiarato Pappalardo -. Per questo abbiamo deciso di inserire il Giro nell’elenco dei grandi eventi del turismo siciliano».

Prima del Giro di luglio, si svolgerà la gara per amatori “Aspettando il Giro”, competizione che quest’anno è stata inserita nel circuito del Grand Prix Sicilia. Ci si aspetta quindi un boom di partecipanti, già accorsi numerosi lo scorso anno. Sia nella gara del Giro sia per l’amatoriale di giugno, è prevista la partecipazione non competitiva degli atleti della Fisdir (Federazione italiana sport paralimpici degli intellettivo relazionali). Il manifesto dell’evento, svelato durante la conferenza stampa e che rappresenta il marchio identificativo della corsa, è stato realizzato da Mario Norata.

La prima edizione del Giro risale addirittura al 1912, il che fa quella di Castelbuono una delle gare più antiche d’Italia. Lo scorso anno vide la vittoria di Onew Nzikwikunda del Burundi, quarto il primo degli italiani in gara.

Print Friendly, PDF & Email