Gestione Covid, presentato il vademecum che semplifica il lavoro dei medici

coronavirus
coronavirus

E’ stato presentato ieri a Palermo, a Villa Magnisi (sede dell’Ordine dei medici di Palermo), il nuovo “Vademecum Covid-19” per la gestione del contagio da Coronavirus.

Una guida semplificata che prende spunto dai dubbi più frequenti dei medici del territorio e di chi lavora nel pubblico sulle procedure e i comportamenti previsti dagli attuali riferimenti normativi: “Dalla gestione dei focolai Covid e del singolo paziente alle segnalazioni dei casi sospetti, dalle certificazioni Inps per la quarantena ai rapporti con la scuola, ma anche un elenco dei contatti indispensabili per i medici di base”, come ha spiegato Maria Fustaneo, coordinatrice del team che ha redatto il documento.

“Il documento è nato per fare ordine e liberare i medici da incertezze procedurali in modo da prestare le loro cure con serenità. Dal varo della legge Lorenzin, oggi gli ordini professionali hanno assunto un ruolo diverso – ha spiegato il presidente dell’Omceo Toti Amato, nonché componente del direttivo Fnomceo -. In una nuova visione di istituzione pubblica dello Stato, siamo chiamati a sussidiare concretamente i possibili vuoti lasciati da altre istituzioni”.

“Impariamo a conoscere la pandemia via via – ha detto il segretario regionale Fimmg Luigi Galvano, vicepresidente vicario della Fondazione Enpam -. Il susseguirsi di decreti e disposizioni, non sempre di univoca interpretazione, ha prodotto caos fra i sanitari e fra i cittadini. Da qui la necessità di avere uno strumento informatico di facile consultazione, in grado di uniformare il linguaggio tra tutti i medici. Sarà diffuso a tutte le categorie di professionisti costantemente aggiornato”.

“Le criticità sono evidenti – ha sottolineato il vicepresidente dell’Ordine Giovanni Merlino – soprattutto nel rapporto tra medici del territorio, dipartimento della prevenzione e cittadini. Ci sono cittadini confinati a casa per un tampone che non arriva, quando la tempestività del risultato è indispensabile ai fini clinici per la diagnosi e per affrancare dalla quarantena i pazienti. A questo si aggiunge una comunicazione impossibile tra medici di medicina generale e dipartimento Prevenzione, certamente non per responsabilità dei colleghi ma per carenze organizzative e strutturali”.

Il vademecum, elaborato dalla Federazione dei medici di medicina generale (Fimmg Sicilia) in collaborazione con l’Ordine dei medici di Palermo, include una nuova scheda di segnalazione che è stata condivisa con il dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Palermo. Nelle prossime ore la guida sarà pubblicata sui siti istituzionali della Fimmg e dell’Omceo di Palermo, rispettivamente fimmgpalermo.it e ordinemedicipa.it.

Da mercoledì 7 ottobre 2020, nel portale dell’Ordine sarà anche attivato il contatto mail emergenzacovid@ordinemedicipa.it a supporto dei medici territoriali ed ospedalieri.

“Vademecum Covid-19” è stato redatto dai medici Fimmg: Maria Fustaneo (coordinatrice), Luigi Galvano, Paolo Giarrusso, Tindaro Iraci, Franco Magliozzo, Giovanni Merlino, Fabio Modica, Francesco Salamone, Luigi Spicola, Francesca Taormina, Luigi Tramonte, Rita Zafonte.

Ecco il vademecum: