Genitori e figli ai tempi del Coronavirus, si è svolto ieri il primo colloquio

bambini, genitori e coronavirus
bambini, genitori e coronavirus - ph. facebook

E’ partito ieri pomeriggio il progetto sperimentale in e-learning “Genitori e figli ai tempi del Coronavirus” organizzato dall’Ordine dei medici di Palermo con il coordinamento di Antonietta Passalacqua e Chiara Scauso, in partnership con gli assessorati regionali della Formazione e della Salute, in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale (Usr).

Al centro dei collegamenti tra specialisti, genitori e figli le impressioni sulla pandemia e le ricadute nelle dinamiche delle famiglie siciliane per le restrizioni imposte dalle diverse fasi di lockdown: abitudini familiari, didattica a distanza, uso massiccio dei social, isolamento, nuovi spazi da cercare dentro casa e paura del contagio.

“Abbiamo il dovere di indagare su come bambini e genitori abbiano vissuto e stiano ancora vivendo l’emergenza Covid e quali siano le conseguenze nelle famiglie”, ha detto il presidente dell’Omceo di Palermo Toti Amato, componente del direttivo della Federazione nazionale degli Ordini (Fnomceo). Che ha aggiunto: “Sulla base delle prime osservazioni degli esperti abbiamo ritenuto importante dare un sostegno concreto nel mondo della scuola. Attraverso colloqui e con l’ausilio di immagini guidate, opuscoli e un questionario che sarà distribuito alla fine del percorso cercheremo di spiegare ai bambini cosa sta succedendo affinché possano reagire con responsabilità e senza paura”.

Ieri, ha proseguito il presidente dei medici siciliani “abbiamo solo inaugurato uno spazio di riflessione che abbia al centro il benessere dei più piccoli e del sistema famiglia. Il questionario ci farà capire poi lo stato dell’arte delle loro emozioni. Sulla base dei dati raccolti dal primo campione di soggetti esaminati, valuteremo un modello educativo da diffondere in tutte le scuole all’inizio del nuovo anno scolastico”.

L’iniziativa pilota, che coinvolge un campione di famiglie della scuola primaria Garzilli di Palermo, farà incontrare due gruppi di genitori e figli con un massimo di 20 presenze. Se dovessero emergere disagi particolari su richiesta delle famiglie è previsto anche un terzo colloquio.

Ieri ha dialogato il primo gruppo di soli genitori, venerdì 20 novembre sarà la volta del confronto con i figli. Il secondo gruppo di genitori si incontrerà invece venerdì 27 novembre, si confronterà con i propri figli sabato 28 dello stesso mese.

[Comunicato stampa]