Fisco. Ecco lo scadenziario e come pagare le tasse

Giorno 30 settembre é l’ultimo giorno utile per inviare telematicamente all’ Agenzia delle Entrate direttamente o tramite intermediario(caf, commercialisti, consulenti, ecc.) i seguenti modelli:

mod. Unico/2014 per le persone fisiche;

mod. Unico/2014 per i titolari di Partita Iva comprensivo di Modello Irap, Modello IVA e Studi di settore;

mod. Unico SP/2014 per società di persone;

mod. Unico SC/2014 per società di capitali;

mod. Unico ENC/2014 per enti non commerciali;

Mod. IMU/TASI ENC per enti non commerciali ed enti ecclesiastici.

In merito ad IMU/TASI ENC l’ Agenzia delle Entrate ha annunciato, ma non ufficializzato una proroga al 30 novembre 2014.

In caso di mancato invio dei modelli “Unico” si potrà porre rimedio entro 90 gg. dalla scadenza pagando una sanzione pari a 25 euro per modello. Il versamento della sanzione dovrà essere effettuato tramite mod. F 24 indicando nella Sez. Erario il codice tributo 8911, anno 2013 ed importo da pagare. (Es. mod. Unico comprensivo di IVA e Irap €. 75,00),

Anche per il mod. 770/2014 – che deve essere presentato da tutti i datori di lavoro ed anche dai condomini – la cui scadenza è stata il 19 settembre, si potrà porre rimedio entro il 18 dicembre. Anche per il suddetto modello la sanzione è di 25 euro (cod. 8911) oltre 5 euro per ogni dipendente o percipiente non comunicato.

Per chi ha presentato il mod. 730/2014 se avesse dimenticato di inserire in dichiarazione alcuni oneri da detrarre ha tempo fino al 25 ottobre per poter presentare un mod. 730 integrativo.

Infine, si ricorda che il 16 ottobre scadrà il termine per il versamento del primo acconto della Tasi(TAssa su Servizi Indivisibili). A breve ritorneremo sull’ argomento spiegando anche le modalità di pagamento.

Print Friendly, PDF & Email