Fino al 18 gennaio alla Biblioteca ‘Alberto Bombace’ di Palermo una mostra che racconta Michele Perriera

Locandina mostra

Si è aperta lo scorso 11 dicembre, alla Biblioteca centrale della Regione siciliana, la mostra “Una stanza che sembrava navigare sulla carta” che fino al 18 gennaio espone fotografie e articoli del giornale L’Ora firmati da Michele Perriera.

Scrittore e regista palermitano, tra i fondatori del Gruppo ’63, Perriera è ricordato oltre che per le sue opere, per il ruolo culturale svolto alla guida della Compagnia Teatès di Palermo e per la gestione della collana teatrale della casa editrice Sellerio. Sua la riscrittura de il Macbeth di Shakespeare (1973) e de Le sedie di Ionesco (1974). Tra i tanti articoli de L’Ora esposti, “Conversazione in Sicilia”, datato 18 settembre 1970, in cui Perriera si confronta con altri intellettuali del tempo: Sciascia, Guttuso e Caruso.

Al centro del dibattito: la politica, la società e la Sicilia. Sul futuro della Sinistra, Perriera rispondendo a Guttuso che lamentava l’assenza di un programma, diceva: “Non credo nei programmi quanto piuttosto nei legami reali che un’organizzazione politica riesce a fondare con le indicazioni più nuove, con le tensioni più vere della realtà”.

Tra i documenti visibili anche il video “Perriera interroga la stampa”, CRICD – Filmoteca regionale siciliana (2018) a cura di Marcello Alajmo, Nadia Volpe e Maurizio Spadaro.

 

Print Friendly, PDF & Email