FED CUPLa Vinci batte la russa Panova e concede il primo punto all’Italia

Inizia bene l’avventura dell’Italia nella finale di Fed Cup contro la Russia che si sta svolgendo sui campi in terra rossa del Circolo Tennis Cagliari “Monte Irpino”. Roberta Vinci, nonostante un dolore persistente al collo, ha battuta la russa Alexandra Panova in tre set 5-7 6-3 8-6 in tre ore e tredici minuti di gioco. Si pensava ad un incontro rapido e dall’esito scontato ma così non è stato.

A favore della Panova il primo set che finisce per 7-5. I dolori forti al collo per l’italiana ne annullano il rendimento sia atletico che tecnico. A quel punto il ct azzurro, Barazzutti, decide di far entrare il massaggiatore per intervenire sulla Vinci. Ripreso il gioco, sembrava che oramai la partita fosse dalla parte della Russia.

Ma è proprio quando tutto sembrava finito che Roberta sul 2-5, con tre palle match a favore della russa, strappa il punto all’avversaria e comincia riprendere fiducia e sperare. A sostenere la Vinci, oltre i cinquemila spettatori, Flavia Pennetta, Karin Knapp e Francesca Schiavone che sugli spalti, spostandosi di volta in volta alle spalle della compagnia, hanno fatto sentire forte l’urlo di incitamento. L’incontro ha così preso un’altra piega, Robertina, dimenticato il dolore che l’ha accompagnata per 5 giorni, ha ritrovato il suo sorriso; la Panova, invece, sembra crollare sotto i colpi ritrovati dalla Vinci. E così dal risultato negativo di 2-5  la Vinci, colpo su colpo, conquista il secondo set per 7-5.

Il terzo set inizia con un break e contro break della Vinci conquistando 10 punti e 7 game consecutivi. La Panova non molla e conquista, a sua volta, tre giochi consecutivi. Strada nuovamente in salita per la Vinci che non riesce a liberarsi della Panova e ritorna sotto, in ritardo di un break, per 5-3. La Vinci non ci sta e sul nono gioco, mette a segno il primo ace della partita e riagguanta il 5-4. La Panova, batte per il match ma l’italiana non concede nulla e si riporta sul 5-5 conquistando successivamente il break point del 6-5.

Non è ancora finita. La Panova si riporta sul 6-6 e si va avanti ad oltranza non essendoci il tie-break. La Vinci, nonostante i crampi, fa pesare sull’avversaria il peso dell’esperienza e conquista il primo punto per l’Italia in finale Fed Cup per 8-6

“E’ stato un match molto duro e pesante – ha detto Roberta Vinci alla fine dell’incontro -. Alla fine ho avuto anche i crampi. ho cercato di rimanere concentrata anche perchè la Panova era molto nervosa la ha giocato bene. Ero consapevole dell’importanza di questo incontro per la finale di Fed Cup. Sono felice di avere vinto ed un grazie a anche al pubblico che mi ha sostenuto ed alle mie compagne di squadra”.

Ninni Ricotta

Print Friendly, PDF & Email