giovedì, 18 Luglio 2024
spot_img
HomeevidenzaFalconera, Fabio Ceraulo presenta il suo nuovo romanzo ''corale'' raccontando fatti storici...

Falconera, Fabio Ceraulo presenta il suo nuovo romanzo ”corale” raccontando fatti storici siciliani

Fabio Ceraulo, nel suo ultimo romanzo, Falconera, ci conduce nella Sicilia del 1860, proprio a Falconera, una contrada di campagna sul colle che sovrasta Castellammare del Golfo, oggi non più esistente, dove la gente attende e teme l’arrivo di Garibaldi

Dopo il successo della preview col firma copie ad Una marina di libri, il festival che si è svolto nei giorni scorsi a Palermo, lo scrittore Fabio Ceraulo si prepara per la prima presentazione ufficiale del suo nuovo romanzo “Falconera” che avrà luogo martedì 27 giugno, alle ore 17.30, a Spazio Cultura – Libreria Macaione, in via Marchese di Villabianca 102, a Palermo, ed il romanzo, inoltre, è edito proprio da Spazio Cultura Edizioni. La prefazione, invece, è a cura di Piero Monteleone. All’incontro del 27 giugno sarà presente l’autore che dialogherà con la professoressa Marilena La Rosa e l’editore Nicola Macaione.

Falconera è intanto un romanzo storico, ambientato nella Sicilia degli anni intorno al 1860, in particolare ci si sofferma su fatti realmente accaduti nel 1862; il nome riportato nel titolo è un luogo, una borgata rurale situata in collina sopra Castellammare del Golfo, ma oggi non più esistente. L’ambientazione si colloca in piena età borbonica, col passaggio a quella dei Savoia, e vi troviamo il signorotto locale, l’anziano, il mafioso, il pastore, l’avvocato… diciamo che non c’è un unico protagonista, e quindi lo stesso Fabio Ceraulo definisce la sua opera come “Un racconto corale dove alcuni personaggi sono realmente esistiti, come i fatti, realmente accaduti, tra cui la narrazione dell’entrata in vigore delle nuove legge dei Savoia che impongono la leva obbligatoria, creando malcontenti fino a sfociare ad una rivolta, la cui conseguenza fu un precipitarsi degli eventi che culminano con un tragico fatto di sangue”.

Inoltre, questo arrivo di Garibaldi, tanto atteso e tanto temuto, farà sì che i poveri si ritroveranno peggio di prima, a causa delle speculazioni che hanno reso ancor più difficile questo momento storico.

“E’ dal 2018 – prosegue Ceraulo – che faccio ricerche storiche, e mi è piaciuto inserire, in vari momenti del racconto, il dialetto siciliano, ed ancora, in una scena, nello specifico, ci saranno i bersaglieri piemontesi che parleranno in piemontese stretto, naturalmente accompagnando il tutto con delle note esplicative”.

Come sopra anticipato, Fabio Ceraulo è stato presente al festival dell’editoria indipendente Una marina di libri che si è svolto un paio di week end fa, a Villa Filippina, a Palermo. Sul palco del Festival sono saliti diversi autori nazionali, i cui testi sono stati tra i più venduti, come si può ben immaginare, e restando in tema di vendite, non può non farci piacere che Falconera, dopo i testi dei “big”, è stato tra i libri più venduti. Nel frattempo sono state scritte già diverse critiche e recensioni, e a tal proposito, una nota comune: molti critici lo hanno definito un “romanzo dai toni gattopardeschi”, e questa definizione non dispiace all’autore.

Dopo la prima presentazione del romanzo, che avrà luogo il 27 giugno, sono in programma altri appuntamenti nei mesi di luglio e di agosto, sia a Palermo che in altri luoghi della Sicilia e, sulle prossime date, ne daremo aggiornamento.

Falconera, Sinossi

Sicilia, 1860. A Falconera, una contrada di campagna immersa tra i pini, sul colle che sovrasta Castellammare del Golfo, la gente ha saputo dell’arrivo di Garibaldi, un evento che dovrebbe determinare il cambiamento epocale che i “galantuomini” della comunità attendono per capire da che parte schierarsi. Qui si intrecciano le vicende di vari personaggi, tra cui il ricco possidente don Faro, un uomo tormentato dai ricordi, gli arrivisti Francesco e Bartolomeo, l’umile famiglia Romano, la levatrice Francesca Galante, don Benedetto, il parroco impegnato a sfamare i poveri e l’avvocato Oliveri, di idee rivoluzionarie. Nella piccola comunità il passaggio dai Borbone ai Savoia e le nuove leggi alimenteranno dei contrasti, determinando un crescente malessere che coinvolgerà tutti quanti, senza distinzione di ceto sociale, trasformandolo presto in una polveriera pronta a esplodere.

L’Autore

Fabio Ceraulo, palermitano, ha sempre vissuto nella sua città, dove ha lavorato nel settore turistico. Appassionato di storia risorgimentale, organizza da anni incontri legati alla cultura della sua città.
Ha debuttato nella scrittura con due antologie, “Palermo nascosta” (D. Flaccovio, 2012) e “Palermitando” (Leima, 2014), ha proseguito con i romanzi storici “Il tredicesimo giorno” (Milena, 2015), “Anima di polvere” (Leima, 2017), il racconto lungo “Vertigo” (Nuova Ipsa, 2019) e il thriller “El Diablo” (Le Mezzelane, 2020). Ha inoltre partecipato a sette antologie di autori vari, tra cui progetti a scopo benefico. È stato finalista in alcuni concorsi e premi letterari. Nel 2018 è stato proclamato accademico benemerito dalla Fondazione Ruggero II di Palermo per ragioni letterarie e culturali.

IL CALENDARIO DELLE PROSSIME PRESENTAZIONI

13 LUGLIO

PALERMO -> Mondadori Point, Piazzetta Bagnasco

22 LUGLIO

FILICUDI (ME) -> Biennale d’Arte

25 LUGLIO

CASTELDACCIA (PA) ->D’Accia Books

27 LUGLIO

MISILMERI (PA) -> Palazzetto della Cultura

28 LUGLIO

LERCARA FRIDDI (PA) -> Museo F. Sinatra

4 AGOSTO

BALESTRATE (PA) -> Summer Market

8 AGOSTO

PALERMO -> Libreria Zacco

11 AGOSTO

S. STEFANO DI CAMASTRA (ME) -> Palazzo Trabia

9 SETTEMBRE

SALA CONSILINA (SA) -> Società Mutuo Soccorso T. Tasso

15 SETTEMBRE

ACIREALE (CT) -> Mondadori

27 SETTEMBRE

PALERMO -> La Feltrinelli.

CORRELATI

Ultimi inseriti