#facciamo un patto. Continuano a Palermo le operazioni di pulizia della città

Continuano le operazioni di spazzamento e di intensificazione delle azioni finalizzate alla tutela ambientale e alla salute pubblica previste dal nuovo piano “#facciamo un patto #teniamopulito” che l’amministrazione comunale di Palermo ha messo in atto.

Al fine di garantire la celerità di tale operazioni, la Polizia Municipale informa che, con ordinanza n. 592/2019 è stato istituito il divieto di sosta con rimozione coatta su ciascun lato della carreggiata dalle ore 6 alle ore 12 del 15 maggio 2019 nelle seguenti vie: via alla Falconara (tratto compreso tra piazza Baida e via ai Villini S. Isidoro),  via ai Villini S. Isidoro, via Bronte, via Castellana (tratto compreso tra via Mauro De Mauro a via Erice, carreggiata direzione Bellolampo); e dalle ore 6 alle ore 12 del 16 maggio 2019 nelle seguenti vie: via G. Evangelista Di Blasi (tratto compreso tra viale della Regione Siciliana e via Raffaello Politi)via Girolamo Savonarolavia Castellana (tratto compreso tra via Erice e via Mauro De Mauro, carreggiata direzione viale Leonardo da Vinci)via Acirealevia Tindari (carreggiata principale).

Il bilancio delle attività della prima settimana compiuto dal nucleo interforze tra Polizia Municipale, Rap e Reset, registra così, dal 6 al 13 maggio, 82 verbali, 78 sanzioni da 166,67 euro per abbandono di rifiuti fuori orario, una sanzione da 3.100 euro al conducente di un autocarro (trasportava rifiuti inerti senza possedere il formulario di identificazione dei rifiuti), una da 516 per formulario incompleto e due da 333 euro per abbandono di rifiuto ingombrante. Durante gli interventi sono state anche elevate sanzioni legate al Codice della Strada per i mezzi controllati, due per mancanza di copertura assicurativa e tre per omessa revisione, per un totale di oltre 2200 euro.

A commentare i dati l’Amministratore Unico Rap Giuseppe Norata che dichiara: “Noi con grandi sforzi stiamo operando per rispettare il patto con i cittadini, ho già dato mandato alle aree tecniche di effettuare dei sopralluoghi sul campo per conoscere lo stato dei luoghi dei siti già bonificati, al fine di verificare se anche i cittadini abbiano vigilato nel mantenere pulito il proprio quartiere”.

L’Azienda Rap in questi ultimi mesi si trova sempre più coinvolta in azioni per il ripristino del decoro urbano in città. Sono stati ritirati da Rap, soltanto nei primi dieci giorni di Maggio oltre 13.300 pezzi di ingombranti. Nell’area del “porta a porta”, dove insiste la raccolta differenziata, sono stati individuati 51 siti dove settimanalmente l’azienda interviene, in ogni via, occupando quasi per ogni sito un intero motolambro. Sulle 600 campane del vetro presenti almeno 100 sono invase da sacchi di indifferenziato abbandonati da chi ancora non accetta il sistema calendarizzato “Porta a Porta” della  Raccolta differenziata.

Print Friendly, PDF & Email