mercoledì, 22 Settembre 2021
spot_img
Homesociale''Estate al nido'' per 250 bambini fino a 3 anni per tutto...

”Estate al nido” per 250 bambini fino a 3 anni per tutto luglio

Ecco i nidi interessati, e poi, altre news: sulla mobilità: MIT finanzia collegamento ciclabile tra stazione ed università

“Estate al nido” per circa 250 bambine e bambini fino a tre anni che potranno continuare a frequentare i servizi educativi integrati del Comune di Palermo nel mese di luglio.

Le strutture coinvolte sono: “La Malfa”, nella zona di Acqua dei corsari; “Braccio di Ferro”, all’Albergheria, che accoglierà anche i piccoli del nido “Libellula”; “Pellicano”, in area Bonagia, al quale potrà fare riferimento l’asilo “Allodola”; “Pantera Rosa”, ad Altarello che accorperà il “Topolino”; “Tom & Jerry”, in via Leonardo da Vinci, dove potranno recarsi anche i frequentanti del “Santangelo”; “Peter Pan”, nel quartiere San Giovanni Apostolo.

Le attività educative estive si svolgeranno dal 5 al 31 luglio, in orario flessibile con entrata dalle ore 7.30 alle 8 e uscita dalle 13.30 alle 14, prevalentemente negli spazi all’aperto di sei asili comunali, per un totale di 140 posti. 

I nidi aperti garantiscono un’equa distribuzione su tutto il territorio cittadino e sono stati individuati dall’assessorato in base alle esigenze manifestate dai genitori proprio attraverso il questionario. All’indagine hanno risposto, da remoto e in forma anonima, 244 famiglie delle 600 circa che hanno frequentato i servizi educativi del Comune di Palermo, nel contesto pandemico. Il 79,9% ha risposto favorevolmente alla proposta, anche nel caso di attivazione in un nido diverso dal proprio all’interno della circoscrizione o in un’area limitrofa. I genitori hanno dato preferenza ad una fascia oraria non prolungata.

Le attività estive manterranno la routine quotidiana garantita durante l’anno e, grazie alla possibilità di utilizzare i giardini di pertinenza dei nidi, verrà privilegiata l’outdoor education, anche per creare un ambiente più adatto alle temperature estive.

Agli spazi gestiti direttamente dal Comune si aggiungono, otto asili accreditati, in base ad una co-progettazione dell’assessorato con gli enti gestori del sistema educativo integrato. 

In questo caso, le attività proseguiranno, a partire dall’1 luglio e fino alla fine del mese, dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 13.30 oppure alle 15.30, presso le strutture accreditate: “Dimensione Bimbo”, “Titti School”, “Galileo Galilei”, “Il piccolo principe”, “Econido”, “Fantabosco”, “Kalos”, “San Vincenzo”. 

Anche in questo caso si utilizzeranno prevalentemente gli spazi esterni alle strutture. I posti a disposizione sono circa 110, destinati a bimbi titolari di buoni servizio già inseriti nei nidi d’infanzia accreditati. Il 36% del totale sarà riservato a piccoli provenienti da case-famiglia.

“Un risultato importante che permette ai bambini di proseguire il percorso educativo in presenza assicurato per l’intero anno scolastico, dal 7 settembre fino al 31 luglio, nonostante l’emergenza sanitaria – spiega Marianna Fiasconaro, Capo Area Educazione, Formazione e Politiche giovanili dell’assessorato alla Scuola – Per alleviare ulteriormente il peso sopportato dalle famiglie a causa della pandemia abbiamo lavorato intensamente anche per il prolungamento estivo e potrà fornire un supporto educativo di qualità ed in continuità alle famiglie che ne hanno necessità anche durante il periodo estivo”.

”Aspettando il nuovo anno scolastico, l’impegno dell’Assessorato alla Scuola ha lavorato per l’ampliamento dei servizi educativi e per fornire preziose opportunità di crescita e sviluppo armonico della personalità dei bimbi anche in questa estate – aggiunge l’assessore alla Scuola Gioavanna Marano – Oltre a ciò, se effettivamente le risorse messe a disposizione dal governo nazionale risulteranno potenziate in modo significativo e svincolate dai numerosi impedimenti tecnico-finanziari ad oggi vigenti, l’amministrazione comunale è pronta a rafforzare e valorizzare l’offerta educativa per la fascia 0-3, sia attraverso nuove strutture che utilizzando i voucher, nella consapevolezza che i servizi per lo zero-sei sono strategici per garantire ai bambini il diritto ad un’educazione di qualità e sono un’infrastruttura sociale indispensabile per le famiglie, per ridurre le diseguaglianze, assicurare una crescita armoniosa e favorire concretamente l’occupazione femminile”.

Palermo. Altre news, sulla Mobilità: MIT finanzia collegamento ciclabile tra stazione ed università

La Giunta comunale, su proposta dell’assessore alla Mobilità, Giusto Catania, ha deliberato l’approvazione del progetto per la realizzazione di una pista ciclabile tra la stazione e l’università, inserendolo nel piano della mobilità dolce.

Il progetto verrà realizzato utilizzando il finanziamento di 525.000 euro, erogato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, riconosciuto anche alle città di Roma, Milano, Napoli, Padova, Bari e Pisa, che ha stanziato complessivamente circa 4 milioni di euro per la realizzazione di ciclostazioni e piste ciclabili per collegare le stazioni con i poli universitari

La pista ciclabile collegherà la stazione con il Policlinico e con la cittadella universitaria e si connetterà con la pista ciclabile di via Ernesto Basile, prevista nell’ambito della progettazione della linea tramviaria.

CORRELATI

Ultimi inseriti