Esperienza Sicilia: alla BIT i Comuni presentano insieme i loro itinerari inediti

Inoltre, presenti otto partner della Sicilia Occidentale che presentano le strategie di promozione turistica di un’area che attira il 60% delle presenze della provincia di Trapani

bit di milano
La Sicilia alla BIT di Milano

La Sicilia brilla negli occhi del mondo come modello virtuoso di turismo, che crea rete tra le proprie eccellenze, lanciando nuove tendenze nel modo di fare vacanza. È questa l’immagine, sempre più al passo coi tempi, che la Regione Siciliana fornirà in conferenza stampa lunedì 10 febbraio, alle ore 15, nel padiglione n°3 della BIT di fieramilanocity, alla presenza dell’assessore regionale al Turismo, Sport e Spettacolo, Manlio Messina. All’incontro interverranno i sindaci: di Catania, Salvo Pogliese insieme con l’assessore alla Cultura Barbara Mirabella; di Agrigento, Lillo Firetto; di Piazza Armerina, Nino Cammarata; di Zafferana Etnea, Salvatore Russo; di Favignana, Giuseppe Pagoto, insieme con il vice sindaco di Pantelleria, Maurizio Caldo. Ed ancora, il presidente di Island of Sicily, Christian Del Bono e il presidente del distretto turistico Sicilia occidentale, Rosaria D’Alì.

Dal turismo balneare, anche fuori stagione, a quello enogastronomico che la rende la regione più desiderata; da quello culturale, con una ricca tradizione artistica, a quello religioso e poi ancora riflettori puntati sul “wedding tourism” e quello sostenibile, collegati alla ricchezza geografica. Il viaggio, attraverso i suggestionanti paesaggi, gli invitanti odori e le straordinarie peculiarità dell’Isola, si caratterizza sempre più come un’esperienza immersiva che, in un unico soggiorno, permette al visitatore di vivere a 360° questa risorsa del “Made in Italy”.

Un territorio che punta, con strumenti all’avanguardia, a mettere in risalto le strutture ricettive esistenti e a individuare gli eventi principali organizzati in ambito congressuale e artistico, con una forte propensione all’internazionalizzazione. Lunedì pomeriggio, quindi, un grande incontro con la stampa, finalizzato alla valorizzazione di idee progettuali, la promozione e la mappatura delle destinazioni turistiche regionali.

Trepidante è l’attesa nei confronti dell’offerta di Catania, il primo cittadino del capoluogo etneo, Salvo Pogliese, illustrerà come la città del vulcano si conferma la principale meta turistica del Sud, grazie a iniziative uniche come gli incentivi per gli eventi destagionalizzati e gli strumenti con cui l’amministrazione per la prima volta in Italia promuove e sostiene il turismo congressuale, scolastico e quello di gruppo. Spazio anche a Zafferana Etnea che, con l’Ottobrata Zafferanese, si prepara a fare vivere ai fruitori una vera e propria festa della cucina siciliana.

Da Piazza Armerina verrà annunciata, a partire dal 1° aprile, l’apertura notturna della Villa Romana del Casale, straordinario sito Unesco, e anche le date della 65esima edizione del Palio dei Normanni, la più grande manifestazione di rievocazione storica in costume del meridione d’Italia.

Focus sull’interattività, con il portale Welcome Agrigento, che mette in rete l’offerta turistica del territorio: una guida aggiornata e funzionale per chi vuole scoprire e viaggiare, emozionarsi e perdersi.

Grande fermento per la presentazione dell’“Itinerario fiorito di Sicilia”, un percorso green per esaltare le caratteristiche intrinseche dei singoli paesi legati dal comune denominatore del motto “Fiorire è Accogliere”, ossia l’appartenenza al Circuito Nazionale dei Comuni Fioriti.

E poi ancora l’ATS Rete Castelli di Sicilia e il Consorzio Turistico Cefalù Madonie Himera: la sfida del comprensorio madonita e fascia costiera, sarà quella di essere percepiti come luogo in cui “si sta bene” e si fa del bene alla salute personale.

Il distretto turistico della Sicilia occidentale stupirà con la presentazione della Settimana Santa in provincia di Trapani e l’Europeade 2021, rendendo l’Isola sempre più affascinante nell’immaginario dei turisti di ogni tipo.

Dulcis in fundo Island of Sicily punterà sulle inestimabili ricchezze: mare e natura, storia e cultura, paesaggi e tradizioni e cibo e vino, mettendo insieme quindici isole distribuite attorno alla Sicilia: le Eolie, le Egadi, le Pelagie, Pantelleria e Ustica.

Quella della Sicilia è un’esperienza impossibile da perdere, alla BIT, infatti, alla fine dell’evento, si potrà “assaggiarla” con un aperitivo gustoso, innaffiato da spremuta di arancia rossa di Sicilia.

 

I Comuni di Castellammare del Golfo, Erice, Favignana, Pantelleria e San Vito Lo Capo, il Gac Isole di Sicilia, Liberty Lines e Funierice insieme alla Bit, la Borsa Internazionale del Turismo in corso a Fiera Milano city sotto un’unica insegna, “The Best of western Sicily”, il meglio della Sicilia Occidentale.

Otto partner si sono riuniti in un’area espositiva progettata e coordinata dall’agenzia Feedback di Palermo per fare sinergia e promuovere insieme un territorio ricco di storia, cultura e bellezze naturali. Nell’ambito del programma della Bit sono state presentate a giornalisti, viaggiatori e operatori del settore le strategie di promozione turistica, il calendario degli eventi e le principali attrattive di questa area della Sicilia. 

”È un fatto storico – ha detto Giuseppe Peraino, sindaco di San Vito Lo Capo – che cinque comuni del trapanese, il Gac Isole di Sicilia e due realtà private insieme si siano uniti per la prima volta sotto un’unica insegna, ‘The best of western Sicily’, per promuovere in maniera sinergica il loro territorio alla Borsa del turismo di Milano. Insieme rappresentiamo oltre il 60 per cento delle presenze turistiche della provincia di Trapani e crediamo che queste sinergie possano portare soltanto dei benefici ad un territorio che vanta coste meravigliose, una natura incontaminata e tanti luoghi di interesse culturale”.

 

Print Friendly, PDF & Email