domenica, 16 Maggio 2021
spot_img
HomePalermoEmergenza cimiteri, i commenti dei consiglieri comunali. Il sindaco Orlando: ''In arrivo...

Emergenza cimiteri, i commenti dei consiglieri comunali. Il sindaco Orlando: ”In arrivo 2 ordinanze”

Il Sindaco di Palermo dispone la predisposizione di due ordinanze per fronteggiare l'emergenza cimiteriale

“Meno di quindici giorni fa il sindaco Orlando è stato convocato in consiglio comunale per relazionare sull’emergenza del cimitero dei Rotoli. Si è trattato di una relazione inconcludente e deludente, in cui il sindaco però aveva lasciato intendere di avere un asso nella manica, ossia un numero notevole di loculi disponibili presso uno dei cimiteri privati di Palermo, quello di S. Orsola. Facendo intendere che i posti che si sarebbero potuti recuperare potevano arrivare fino a 5 mila, che sarebbero stati un vero toccasana per la città. Ieri l’ultimo atto con il no definitivo, per una questione legata al prezzo delle sepolture, dell’Ente Santo Spirito proprietario del Cimitero, che quindi non fornirà nessun loculo alla città. Nel frattempo è intervenuta anche l’Asp a sanzionare il comune per la situazione disastrosa e disperata trovata al cimitero, con gravi carenze igienico sanitarie. Temo, come ho  già detto, che rischiamo di avere fino a 4 mila bare a deposito di qui a fine anno, perché non sembrano esserci altre soluzioni, che andavano cercate 5, forse 10 anni fa. La verità è che ormai il Sindaco Orlando è completamente senza scampo su questa vicenda cimiteri, che si è trasformata nella sua più plateale sconfitta politica. La Waterloo di chi ha gestito, e male, Palermo negli ultimi anni”. Lo ha dichiarato Igor Gelarda capo gruppo Lega a Palazzo delle Aquile.

“Dopo aver rappresentato in Aula le evidenti anomalie e criticità messe in luce nel corso del dibattito della scorsa settimana, con 22 voti a favore, 4 contrari e un astenuto, abbiamo restituito l’atto di modifica del Regolamento dei cimiteri proposto dall’Amministrazione. Praticamente una bocciatura bipartisan della proposta, eccezion fatta per Sinistra Comune. Sala delle Lapidi rispedisce al mittente quella che era stata illustrata come una possibile soluzione per far fronte all’emergenza in corso. Le domande e gli interventi puntuali poste dal nostro Gruppo alla presenza dell’Avvocatura comunale e dei tecnici hanno messo in luce l’inutilità della proposta a fronte di costi e di rischi assolutamente prevedibili e ingiustificati. Il M5S in Consiglio comunale continuerà a guardare al bene della città, entrando nel merito di ciascuna iniziativa politica e valutando di volta in volta le proposte”. Lo ha dichiarato la consigliera Rosalia Viviana Lo Monaco del gruppo M5S a Palazzo delle Aquile e componente V Commissione permanente e Commissione speciale Trasparenza e Garanzia.

“Dopo settimane di dibattito consiliare riteniamo che la scelta di restituire agli uffici il regolamento sui cimiteri sia stata un’occasione persa. Pur consapevoli che non fosse una modifica risolutiva dell’emergenza cimiteriale abbiamo sostenuto la necessità di modificare il regolamento, con le proposte elaborate dalla IV commissione consiliare. La città si sarebbe potuta dotare di un regolamento più moderno in grado di prevenire, in  futuro, successive fasi emergenziali. La modifica del regolamento avrebbe potuto essere un tassello importante per articolare una proposta complessiva che deve rivedere la funzione dei cimiteri comunali: non possono più essere luoghi di accumulo delle salme ma strutture di rotazione”. Lo dichiarano i consiglieri comunali del gruppo di “Sinistra Comune” a Palazzo delle Aquile.

“Siamo inorriditi per quanto dichiarato dal sindaco Orlando secondo il quale nessuna soluzione è venuta da parte del consiglio comunale per l’emergenza, da lui non risolta in qualità di sindaco e di assessore al ramo, al cimitero dei Rotoli. Ci vergogniamo anche un pò per lui, che alla fine nella carriera ormai sembra aver perso qualsiasi contatto con la realtà. Il consiglio comunale non deve proporre le soluzioni che lui non è stato in grado di dare negli ultimi 30 anni. Se non è più in grado di fare il sindaco, si dimetta. Semmai lui dovrebbe venire a ringraziare personalmente, ad uno ad uno, tutti i consiglieri comunali perché si sono impegnati ad affrontare a 360° un problema che lui non è riuscito a risolvere. Ed è solo grazie al dibattito che si è sollevato in consiglio che il sindaco si è reso conto realmente di una tragedia che lo ha portato, fino ad ora in maniera assolutamente inconcludente, a cercare di trovare una soluzione. Adesso vorremmo meno chiacchiere e meno comunicati stampa da parte del sindaco, vogliamo che dia degna sepoltura a quei morti, e se non è in grado di farlo che se ne vada”. Lo hanno dichiarato congiuntamente i consiglieri comunali di Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia e UDC a Palazzo delle Aquile.

“Il sindaco Orlando è il solo ed unico colpevole della vergogna delle centinaia di bare ancora insepolte al cimitero dei Rotoli. Inutile che cerchi di scaricare la colpa ad altri, prenda finalmente atto del proprio fallimento e si dimetta”. Lo afferma Sabrina Figuccia, consigliere comunale della Lega di Palermo e cofondatrice del movimento “Cambiamo la Sicilia”, che prosegue: “Come un pugile suonato, Orlando sembra essersi trasformato in un sorta di “ganassa” lombardo che è solito dire “ghe pensi mi”, cioè unico a risolvere tutto. I risultati, però, sono sotto gli occhi di tutti i palermitani, alle prese con una città allo sbando, dove le emergenze aumentano ogni giorno di più e diventano sempre più gravi. Adesso, anzi da parecchio tempo, è arrivata l’ora che il sindaco faccia le valigie e tolga finalmente il disturbo, Palermo non merita di vivere ancora oltre un anno di agonia”.

“Il consiglio comunale, con l’ordine del giorno sui cimiteri approvato, ha dimostrato di avere un alto senso di responsabilità: pur non avendo competenze gestionali, affidate per legge alla giunta, da giorni discute di come risolvere un’emergenza insostenibile per la città. Abbiamo impegnato il sindaco e tutta l’amministrazione attiva ad acquistare altri loculi prefabbricati, a individuare nuovi campi di inumazione, a realizzare il terrazzamento del ‘campo dei bambini’ per recuperare 300 posti e a redigere il progetto per l’ampliamento dei Cappuccini. Proposte e soluzioni efficaci che speriamo possano riportare alla normalità una situazione ormai ingestibile”. Lo dichiara il consigliere comunale Toni Sala (Gruppo “Avanti Insieme).

ULTIMO AGGIORNAMENTO

Il Sindaco Orlando dispone due ordinanze per fronteggiare l’emergenza cimiteriale

“A seguito della odierna valutazione fatta con il Segretario Generale ed il Capo di Gabinetto ed alla luce della recente circolare Ministero della Salute dell’11 gennaio ho disposto la predisposizione di un’ordinanza che dia seguito alla disponibilità dell’Ente Camposanto di Santo Spirito di mettere a disposizione numerosi loculi per superare l’attuale emergenza ed un’ulteriore ordinanza per la riduzione da 30 a 25 gli anni del termine di decadenza di concessioni cimiteriali nel Cimitero dei Rotoli.
Due provvedimenti che si aggiungono agli altri già varati negli ultimi mesi e che hanno reso possibile la sepoltura e la tumulazione di oltre 1.600 defunti e mentre procedono tutte le altre operazioni relative al pieno utilizzo delle aree degli altri due cimiteri a gestione comunale.
Ricorrendo a tutti gli strumenti normativi ordinari e straordinari legati all’emergenza Covid, proseguono intanto le operazioni per l’acquisto di 400 loculi prefabbricati da collocare ai Rotoli in base al progetto già approvato dalla Sovrintendenza, oltre quelle legate al “revamping” del vecchio forno crematorio e la progettazione del nuovo, ed infine, la progettazione d’intesa con tutti gli enti competenti, per l’ulteriore collocazione di loculi prefabbricati ai Rotoli.
Ho da ultimo sollecitato che si provveda quanto più rapidamente possibile a completare le procedure di collaudo delle opere, già realizzate, per la sicurezza delle aree cimiteriali alle pendici di Monte Pellegrino.
Infine, sono in corso le attività necessarie per individuare nuove aree per un eventuale cimitero o deposito provvisorio, ai sensi della circolare del Ministero della Salute. E poi, restano valide le disposizioni per garantire ai cittadini che optassero per tale scelta per i propri defunti, la totale gratuità delle operazioni di trasporto e cremazione”.


Lo ha dichiarato il sindaco, Leoluca Orlando in merito ai provvedimenti dell’Amministrazione comunale per fronteggiare l’emergenza cimiteriale.

***

“Il cimitero dei Rotoli è diventato ormai una vergogna nazionale, simbolo dello sfacelo in cui Leoluca Orlando ha ridotto questa città. Dopo le sanzioni da parte dell’Asp per le carenze igienico sanitarie all’interno del cimitero, dove si trovano senza degna sepoltura quasi 700 salme, adesso anche la Soprintendenza ai BBCC ravvisa delle irregolarità. In risposta ad una nota del gruppo
consiliare della Lega di Palermo sulle autorizzazioni relative alla tensostruttura che ospita le salme – tensostrutture che nel frattempo sono diventate due – la neo soprintendente, Selima Giuliano, ha
risposto che nessuna struttura amovibile è stata mai autorizzata per l’occupazione dei viali dell’area monumentale del cimitero. Anzi, che non è stata fatta mai alcuna richiesta in questo senso. Nonostante il cimitero dei Rotoli sia un bene storico artistico tutelato e vincolato e, quindi, l’esecuzione di qualsiasi opera o lavoro al suo interno debba essere autorizzato, così come prevede il Codice dei Beni culturali. Non capiamo poi come il sindaco Orlando abbia dichiarato pochi giorni fa a “Mi manda Raitre”, che stava per ottenere un nulla osta rapido. Se fino a pochi giorni fa non lo aveva mai chiesto. È di ieri l’ennesima promessa di 1000 posti al Sant’Orsola, Speriamo che si concretizzino presto, ma non rappresentano la vera soluzione al problema, solo la posticipazione di un’emergenza che si risolverà con la realizzazione del nuovo cimitero”. Lo dichiarano i consiglieri della Lega Igor Gelarda, Alessandro Anello e Sabrina Figuccia.

CORRELATI

Ultimi inseriti