Earth: dalla Basilica di San Francesco d’Assisi, in diretta streaming il 29, 30 e 31 dicembre

Un video mapping in diretta streaming per il secondo capitolo della trilogia “Diving Into Magic” in programma il 29, 30, 31 dicembre - ore 20.30 - dalla Basilica di San Francesco d'Assisi di Palermo

Earth
Earth

Alzare lo sguardo e scoprire una nuova narrazione, frutto dell’incontro fra antiche architetture di un luogo sacro e la creatività contemporanea. Si intitola “Earth” il secondo capitolo della trilogia “Diving Into Magic” – iniziata nel 2019 con il progetto “Exstasis” – uno spettacolo multimediale immersivo, un grande video mapping a 360° che si svolgerà all’interno della Basilica di San Francesco d’Assisi a Palermo (piazza S. Francesco d’Assisi) il 29, 30 e 31 dicembre dalle ore 20.30.

L’ambizioso progetto, ideato e prodotto da Vincenzo Montanelli, e realizzato dagli artisti di Odd Agency, è organizzato dall’Associazione Culturale Ignazio Florio, co-finanziato dalla Regione Siciliana Assessorato del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo, in collaborazione con l’Arcidiocesi di Palermo, con il supporto tecnico della VM Agency Group, e reso possibile grazie alla disponibilità dei Frati Francescani della Basilica.

La splendida basilica di San Francesco d’Assisi, a Palermo, diventa palcoscenico del progetto “Earth”, video mapping tra luci e musica – dice l’assessore regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo Manlio Messina – Non potevamo mancare come assessorato all’iniziativa che, come molte altre, va in streaming, in questo tempo difficile di emergenza sanitaria. Accendere le luci, in occasione delle festività natalizie significa anche illuminare le nostre anime e il nostro cuore che purtroppo sono al buio in un tempo di crisi a tutti i livelli. Valorizziamo, anche in questo modo, le nostre bellezze artistiche attraverso la luce e la musica, un modo che ci incoraggia ad andare avanti per farci trovare pronti alla ripartenza, quando siamo certi che la Sicilia tornerà ad essere protagonista del turismo mondiale”.

Il tema di “Earth” approfondisce il rapporto tra Uomo e Natura, attraverso l’interdipendenza tra il pianeta e gli esseri che lo popolano. 

Sulla scia delle riflessioni condivise da Papa Francesco nella sua Enciclica “Laudato Sì”, è necessario – in questo momento di difficoltà mondiale che impone un ulteriore momento di meditazione personale in concomitanza delle festività natalizie – interrogarsi, anche attraverso l’espressione artistica, sulle conseguenze delle azioni dell’uomo sugli ecosistemi. 

Un tema caro a San Francesco, patrono d’Italia – che lo esplicitò nel suo Cantico delle Creature -che trova il suo completamento nella relazione tra gli esseri umani e tutte le altre creature viventi.

Questo video mapping è il secondo momento di un progetto generale – dichiara Padre Giuseppe Bucaro, direttore dei Beni culturali della Diocesi di Palermo – che racconta contenuti religiosi tramite le nostre opere d’arte lette attraverso la forza della luce, strumento che sottolinea la bellezza delle opere che, nel momento attuale, diventa segno di speranza. Questo secondo momento viene dopo il primo capitolo che ha coinvolto la chiesa di Santa Caterina; lì abbiamo raccontato il cammino mistico di una suora di clausura. Ora parliamo di San Francesco entrando nei contenuti dell’Enciclica di Papa Francesco: ancora una volta dall’ambito religioso giungiamo alla modernità con un messaggio che unisce la luce della rinascita alla creatività”.

L’installazione racconta la nascita e l’evoluzione della vita sul nostro pianeta attraverso quattro momenti narrativi nei quali lo spettatore potrà assistere, nel tempo di uno spettacolo, al lunghissimo processo di formazione di ecosistemi complessi di cui oggi l’uomo sta velocemente compromettendo l’esistenza. 

Una scintilla primordiale darà inizio allo spettacolo, preludio all’aggregazione e creazione delle prime forme di vita. 

Le proiezioni daranno forma a scenari naturalistici, interpretati artisticamente per restituire quel senso di meraviglia e stupore che si prova di fronte alla bellezza del nostro pianeta.

Questi scenari idilliaci, e in qualche modo magici, subiranno però un processo di corruzione e distruzione, rivelando allo spettatore la potenza distruttiva dell’Uomo sulla Natura. 

Un momento narrativo altamente drammatico e catartico che ci riporta alla nostra essenza di custodi, e non padroni, del mondo che ci circonda e ci compenetra.

Il finale lascerà aperta una porta alla speranza che l’uomo possa sentirsi pienamente inserito in un tutto, parte integrante della meravigliosa molteplicità del nostro pianeta.

La volontà e l’abnegazione, motori dei nostri progetti – dichiara Vincenzo Montanelli, ideatore e produttore del progetto – ci permettono di condividere attraverso la diretta streaming, nel pieno rispetto delle norme anti Covid-19, questo ambizioso progetto di video mapping che rappresenta la seconda tappa di un percorso creativo che unisce il Sacro alla Bellezza in un nuovo racconto, fedele alla tradizione e alla storia e al contempo proiettato al futuro e al racconto della nostra Sicilia nel mondo”.

Con Earth continua l’impegno di Odd Agency – dichiara Luca Pintacuda, direttore creativo di Odd Agency – per portare show multimediali immersivi all’interno dei più bei monumenti cittadini, nel segno della valorizzazione dell’arte e della cultura. Siamo convinti che anche da questo si possa e si debba ripartire quando la pandemia lo consentirà. Offriamo questo nuovo progetto in streaming per rendere meno vuoto di contenuti culturali questo Natale, ma sempre nell’ottica di tornare, non appena sarà possibile, a riunire le persone di fronte al magico e all’inaspettato, ed in questo caso anche a riflettere su un tema importante che ci riguarda tutti”.

Il video mapping, nelle tre serate in programma, sarà visibile in diretta streaming dalla pagina Facebook dell’Associazione Culturale Ignazio Florio (https://www.facebook.com/Associazione-Culturale-Ignazio-Florio-111068883707723).

Dal 28 dicembre, in anteprima, sarà visibile sulla stessa pagina un teaser che anticipa la visione completa del progetto.