Doppio appuntamento con Madè e la AC Festina lente

Sabato speciale, quello del 30 novembre, per il Maestro Giuseppe Lo Cicero Madè in Arte Pippo Madè e per l’Associazione Culturale Festina lente presieduta da Rosario Lo Cicero Madè, nostro collaboratore e figlio dell’Artista palermitano.

Alle ore 16 nella Sala delle Carrozze di Villa Niscemi a Palermo, alla presenza del sindaco Leoluca Orlando e del vice sindaco Fabio Giambrone, il titolare del Museo della Vespa di Palermo, Filippo Sagona, presenterà il calendario “Vittinavespa 2020”, quest’anno dedicato alle famiglie arcobaleno, e “la Cornucopia del Golfo”, un dipinto di Madè realizzato sul canterino laterale di una Vespa del 1956 che andrà ad arricchire il Museo della Vespa di prossima apertura. Moderatrice della serata, la giornalista Anna Cane,

Sia io che mio figlio Rosario – dice Pippo Madè – avevamo promesso a Filippo Sagona, la realizzazione di questa unica e singolare opera che nasce anche dall’intuizione di mia nipote Roberta, la quale, cogliendo il mia indecisione sulla realizzazione dell’opera da dipingere sul castrino della Vesta, lo scooter che ha segnato la mia gioventù e il mio primo approccio con il mondo delle due ruote, mi ha suggerito di realizzare l’opera che spero verrà apprezzata da quanti potranno ammirarla”.

A Villa Niscemi, a rappresentare la famiglia Madè, ci sarà Giuseppina, figlia del Maestro, perchè Madè, unitamente al figlio Rosario e alla nuora Claudia Scavone, saranno a piazza Bellini, nella Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria, dove alle 18, alla presenza delle Autorità regionali e cittadine, verrà inaugurato “Nativity”, il particolare Presepe in Vetro di Murano, realizzato dall’Artista palermitano, in collaborazione con il maestro muranese Loredano Rosin, alla fine degli anni ’70.

“Le sculture in vetro di Murano che compongono Nativity – dice Rosario Lo Cicero Madè – non sono altro che una particolare installazione che racconta la Natività, attraverso gli antichi mestieri di Sicilia. L’opera – prosegue Rosario – ha una lunga storia, tanto che è stata esposta, a partire dal 1978, nella Basilica di San Francesco in Assisi, nel Duomo di Monreale, a Palazzo Carafa sede del Comune di Lecce, nella Cappella Palatina e davanti l’altare di Santa Rosalia all’interno della Cattedrale di Palermo, oltre che a Palazzo Sclafani ed allo Steri. Dedicheremo questo evento – conclude Rosario -, che tengo a precisare non ha ricevuto alcun finanziamento pubblico, ai recenti femminicidi e all’alluvione che ha colpito Venezia, città nella quale le sculture vennero realizzate ”. 

“Nativity” verrà presentata da Don Giuseppe Bucaro, direttore dell’Ufficio Beni Culturali dell’Arcidiocesi di Palermo e a relazionare sarà la Storico dell’Arte Adriana Mastrangelo, appositamente giunta in Sicilia da Firenze.

Print Friendly, PDF & Email