sabato, 3 Dicembre 2022
spot_img
HomeevidenzaDopo quattro risultati positivi, arriva un'amara sconfitta per il Palermo FC

Dopo quattro risultati positivi, arriva un’amara sconfitta per il Palermo FC

Termina 3 a 2 la partita che ha visto affrontarsi al San Vito Marulla il Cosenza con il Palermo.

Brucia assai la mancata realizzazione del rigore concesso, per un fallo di mano in area rosso-blu. Dal dischetto, calcia Matteo Brunori che, purtroppo, si fa parare il tiro dal portiere Leonardo Marson.

E dire che il Cosenza veniva da ben cinque sconfitte di fila, ma oggi i suoi giocatori hanno giocato la partita della vita, galvanizzati da un certo Andrea Rispoli (vi ricorda qualcuno?) indemoniato contro la sua ex squadra, gli mancava fare solo il portiere e poi ha ricoperto tutti i ruoli.

Peccato perché i nostri ragazzi non hanno sfigurato, come al solito una disattenzione in difesa ci è costata 3 punti. Non si può lasciare solo in area di rigore Joaquin Larrivey che, sul 2 a 2, ha realizzato il goal vincente per i padroni di casa.

E pensare che i primi ad andare in goal sono stati i palermitani al 41° con il nostro capocannoniere Matteo Brunori che ha sfruttato al meglio un assist di Di Mariano.

Matteo Brunori

Al 46° i cosentini pareggiano con Aldo Florenzi su passaggio di Rispoli.

Nel secondo tempo i rosanero iniziano la loro cavalcata verso la porta dei padroni di casa.

Ma sono i rosso-blu a raddoppiare per primi al 56° con Michele Rigione, sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Passano 2 minuti e, al 58°, arriva il pareggio ad opera del solito Matteo Brunori (doppietta oggi per lui). L’azione nasce da un cross effettuato da Nicola Valente dalla bandierina di calcio d’angolo, deviazione di Iunut Nedelcearu e Matteuccio insacca il pallone nella porta avversaria.

Quattro minuti dopo, al 62°, sono i padroni di casa ad andare in rete, come già detto da Larrivey, su evidente disattenzione dei nostri difensori.

Poi il proseguo della partita è un arrembaggio da parte dei rosanero, che però, nonostante tutti gli sforzi, non riescono ad andare in rete, con i cosentini chiusi a riccio. Ma al 41° viene rilevata un’azione dubbia dei padroni di casa in area di rigore. Personalmente questo dubbio non l’ho avuto neanche per un attimino.

Il fallo in area da parte di Rigioni, tocco della palla con l’avambraccio e deviazione della stessa fuori campo. Dopo ampia consultazione del VAR finalmente, l’arbitro Gualtieri di Asti, concede il calcio dal dischetto. Si incarica di batterlo Brunori, ma sfortunatamente, per noi, Marson para.

Fine dell’avventura odierna dei rosanero. Si torna a casa con le pietre nel sacco. Peccato, perché oggi ho visto una squadra più matura. Certamente c’è bisogno di registrare meglio la difesa, certi errorucci possono costare cari, com’è successo oggi, purtroppo.

Appuntamento alla prossima partita (si salta un turno per l’inizio dei mondiali), vedremo come la squadra reagirà in casa contro il Venezia FC, domenica 27 novembre alle ore 18:00.

Forza Palermo sempre e comunque, io ci credo e continuerò a crederci. Spero che ci credano anche i nostri ragazzi.

N.B. Foto del sito del Palermo FC.

CORRELATI

Ultimi inseriti