Differenziata: Orlando e Rap puntano al miglioramento del servizio

Il Sindaco Leoluca Orlando ha richiesto alla Rap una “ulteriore accelerazione sulla raccolta differenziata” durante l’incontro con l’aministratore unico Giuseppe Norata. Presenti al vertice vi erano anche il vice sindaco Fabio Giambrone e l’assessore all’Ambiente Giusto Catania.

Nelle prossime settimane Rap, Srr e i dirigenti delle aree dell’amministrazione interessate convocheranno una riunione per la predisposizione dei piani di incremento della differenziata. «E’ indispensabile – ha detto Orlando -che la Rap, in collaborazione con Srr e con tutte le aree del Comune interessate, metta in atto le strategie già programmate per l’ulteriore accelerazione della raccolta differenziata, in particolare con l’ampliamento delle aree del porta a porta, l’efficientamento degli interventi della raccolta nelle aree non servite e con l’avvio di piani di raccolta mirati alle utenze con produzione specifica, quali l’organico, anche per ottimizzare l’impianto in house di Bellolampo o gli uffici ad alta produzione di rifiuti cartacei».

Negli ultimi due anni, secondo i dati forniti dalla Rap a marzo, c’è stato un aumento della percentuale di raccolta differenziata che ha raggiunto il 20% con un trend che fa prevedere il superamento di almeno il 35% entro gli ultimi mesi del 2019. Numeri ancora molto bassi per Palermo rispetto alle principali città italiane e ai piccoli comuni della Sicilia, ma che fa sperare.

Intanto il Centro comunale di raccolta attivato a Brancaccio registra una crescita continua del numero di utenti e di quantitativi di rifiuti conferiti, in particolare ingombranti, elettrodomestici, inquinanti, legno e ferro. Ben 18mila sono i cittadini che che hanno conferito frazioni riciclabili di rifiuti domestici e 15mila quelli che hanno conferito altre frazioni. Frattanto sono iniziati i lavori per l’allestimento del Centro di raccolta di piazzetta della Pace, a Borgo Vecchio, mentre sono in fase di individuazione le aree per l’allestimento di almeno altri 15 Centri in tutta la città.

Sul fronte del contrasto agli illeciti, dall’inizio del 2019 sono state circa 450 le sanzioni elevate a singoli cittadini (erano state poco più di 2.000 nell’anno 2018) e sono stati 13 i mezzi adibiti al trasporto illecito o irregolare di rifiuti che sono stati posti sotto sequestro. Anche su questo fronte, il sindaco ha sottolineato
«la necessità di una intensificazione dei controlli, cui il comando della Polizia municipale adempierà con un incremento della dotazione organica dell’apposito nucleo con altre 10 unità di personale, oltre le 35 già impegnate». Sul fronte dello smaltimento irregolare, «occorre dare segnali forti anche in senso sanzionatorio e repressivo – ha continuato il Sindaco – andando a colpire in modo inequivocabile lì dove vi sono sistemi organizzati di smaltimento illecito ma anche per sanzionare quei cittadini che nelle aree residenziali continuano a non rispettare orari e modalità di conferimento, con un danno economico e d’immagine gravissimo per la città».

Print Friendly, PDF & Email