Dieci opere, 3 balletti e 14 concerti: il teatro Massimo presenta la nuova Stagione

Per "Nuove Musiche" ecco i prossimi ed imminenti concerti in programma il 13 e 14 ottobre

Platea Teatro Massimo - ph. Rosellina Garbo

La stagione 2020 del teatro Massimo è stata presentata oggi alla stampa e al pubblico nella Sala Grande; a intervenire, insieme al sovrintendente Francesco Giambrone, l’assessore regionale al Turismo, Sport e Spettacolo Manlio Messina, il sindaco Leoluca Orlando, presidente della Fondazione, e il maestro Omer Meir Wellber, direttore musicale del Teatro dal 2020; assente perché impegnato nelle prove di Das Paradies und die Peri il maestro Gabriele Ferro, attuale direttore musicale del Teatro e dal 2020 direttore onorario a vita. Alla conferenza stampa erano presenti inoltre i nuovi componenti del consiglio di indirizzo del Teatro Massimo: il vicepresidente Federico Ferina, Daniele Ficola, Luciano Fiorino e Castrenze Guzzetta.

La stagione 2020 si inaugurerà il 26 gennaio con Parsifal: un nuovo allestimento firmato dal regista Graham Vick, che torna a Palermo ancora con Wagner dopo la Tetralogia, in coproduzione con il Teatro Comunale di Bologna. Sul podio salirà il nuovo direttore musicale del Teatro Massimo, Omer Meir Wellber.

In programma dieci titoli di opera, tre produzioni di balletto, quattordici concerti in stagione ai quali si aggiunge il doppio concerto di Capodanno del primo gennaio, produzioni internazionali in collaborazione con teatri italiani e stranieri, inoltre una tournée in Giappone: due opere (Nabucco Norma) e un concerto di gala che porteranno Coro, Orchestra e Tecnici del Teatro in quattro diverse città (Tokyo, Nagoya, Otsu, Osaka).

Nuove Musiche, i prossimi concerti

Domenica 13 ottobre, ore 20.30, nella Sala degli Stemmi del Teatro Massimo Tonino Battista dirigerà l’Orchestra del Teatro Massimo in un programma che si apre con Violent, Violent Sea del 2011 di Missy Mazzoli, cui seguirà Trash Tv Trance di Fausto Romitelli per chitarra elettrica (solista Luca Nostro). In programma poi Esistere, lago, nulla e un tempo del 2007 di Emanuele Casale. Kosmos per pianoforte solo di Peter Eötvös, il compositore ungherese che sarà il 9 novembre protagonista del concerto in stagione per il Teatro Massimo, sarà eseguito da Carmelo Mantione. Infine in conclusione un altro brano di Fausto Romitelli, Green, Yellow and Blue.
Il concerto sarà preceduto da una conversazione introduttiva con Marco Crescimanno.

Sarà realizzato in collaborazione con il Conservatorio di Palermo il concerto di lunedì 14 ottobre alle ore 20.30 nella sala ONU del Teatro Massimo. Il titolo Beat Suite: musica e parole dal tempo del fuoco e delle fiamme, con voci, suoni e immagini raccoglie “divagazioni musicali” di Mattia Camuti, Salvatore Passantino, Fabio Pecorella, Marco Salvaggio, Massimiliano Seggio, Davide Spina liberamente ispirate a brani di Jefferson Airplane, Cathy Berberian, John Cage, Aaron Copland, Dizzy Gillespy, Jimi Hendrix, Frederic Rzewski. Ad eseguirle, con i reading di Luca Scarlini, l’Ensemble EMC del Conservatorio di Palermo diretto da Fabio Correnti, i collage video a cura di Fabrizio Lupo con il corso di Scenografia dell’Accademia di Belle Arti di Palermo.

Biglietti per entrambi i concerti: 5 euro presso la biglietteria del Teatro Massimo.

Print Friendly, PDF & Email