Decima vittoria consecutiva. SSD Palermo a nove punti dalla seconda inseguitrice

Oggi al Renzo Barbera il Palermo targato Mirri-Di Piazza, vince facile contro una formazione modesta, il Corigliano Calabro, alla quale infligge un secco 6-0.

Quello che mi è piaciuto oggi è stata la sportività dei pochi tifosi del Corigliano al seguito della loro squadra che, al 29° del primo tempo hanno esposto uno striscione che elogiava la squadra del Palermo (purtroppo non ho la foto perché proprio in quel momento il mio cellulare ha fatto le bizze) e tutti i tifosi del Palermo si sono alzati in piedi ed hanno applaudito a lungo i tifosi della squadra ospite.

Questo è vero sport. Altro episodio meritevole di essere citato è che alla fine della partita, nonostante la sonora sconfitta, i giocatori del Corigliano hanno reso omaggio ai tifosi Palermitani, recandosi in gruppo verso la curva nord.

I giocatori del Conigliano rendono omaggio ai tifosi del Palermo

Che dire della partita in se stessa, non c’è stata storia i giocatori del Palermo potevano segnare altre reti. Di goal mancati c’è ne sono stati parecchi, ma va bene così. Il Corigliano non andava mortificato oltre, gli bastano i guai che stanno attraversando. Va reso loro l’onore delle armi, si sono difesi come hanno potuto e potevano anche andare in rete ma il solito Pelagotti non gli e lo ha permesso.

Brevemente in ordine le foto dei goal,

Primo tempo:

Al 7° minuto, Luca Fecarrotta

Primo goal – Luca Fecarrotta

Al 38° secondo goal, va in rete Malauty Martin

Secondo goal – Malaury Martin

Secondo tempo:

AL 9° minuto terzo goal su rigore, tiro di Giovanni Ricciardo

Terzo goal – su rigore – Giovanni Ricciardo

Al 15° quarto goal, va nuovamente in rete Giovanni Ricciardo (doppietta per lui oggi)

Quarto goal – ancora Giovanni Ricciardo

Al 29° quinto goal, va in rete Alessandro Martinelli

Quinto goal – Alessandro Martinelli

Al 47° sesto ed ultimo goal – va in rete Ferdinando Sforzini

Sesto goal – Alessandro Sforzini

All’uscita dallo stadio i tifosi erano entusiasti, ora sono in molti a credere in questa compagine, non si vede l’ora di raggiungere il posto giusto che meritano i rosanero e sopratutto questa città. Siamo stati mortificati, pur non avendone colpa, per molto tempo. Noi palermitani non meritavamo un trattamento simile, la nostra tifoseria e la nostra città meritiamo più rispetto.

A questo punto mi sento in obbligo di esortare i giocatori della nostra squadra a non abbassare la guardia, bisogna lottare insieme per raggiungere il giusto traguardo, fino all’ultima giornata.

Forza palermo sempre e comunque

Print Friendly, PDF & Email