Coronavirus, il ”Maria Eleonora Hospital” di Palermo a supporto dell’ASP per pazienti no-Covid

L’Ospedale di Alta Specialità di GVM Care & Research si è reso disponibile ad accogliere pazienti in degenza ordinaria e a svolgere attività di cardiochirurgia e chirurgia vascolare in urgenza

Maria Eleonora Hospital
Maria Eleonora Hospital - Palermo

In relazione alla situazione di emergenza legata alla gestione della diffusione del virus Covid-19, Maria Eleonora Hospital di Palermo, Ospedale di Alta Specialità Accreditato con il SSN che fa parte di GVM Care & Research, si è reso disponibile a svolgere attività di cardiochirurgia e chirurgia vascolare in urgenza su pazienti provenienti dal pubblico con équipe interna. La struttura, inoltre, mette a disposizione 30 posti letto non Covid-19, in modo da ridurre la pressione sulle strutture pubbliche mediante trasferimento e presa in carico di pazienti di degenza ordinaria.

“Vogliamo dare responsabilmente e concretamente il nostro contributo, in relazione alle nostre capacità operative, per rispondere con un’azione sinergica alle richieste dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Palermo e della Regione e alle esigenze dei cittadini – afferma la Direzione di Maria Eleonora Hospital –. Siamo al fianco degli Ospedali Pubblici nell’assistenza ai pazienti che richiedono cure urgenti e in molti casi salvavita, così da alleggerire il carico delle strutture pubbliche che in questo momento sono impegnate nell’assistenza dei pazienti affetti da Covid-19. In questa emergenza nazionale, GVM Care & Research, il Gruppo di cui Maria Eleonora Hospital fa parte, è già attivo in altre 9 regioni italiane”.

Maria Eleonora Hospital è uno dei 23 Ospedali che GVM Care & Research ha riorganizzato e messo a disposizione per soddisfare le esigenze dei cittadini che erano in attesa di importanti interventi chirurgici o controlli medici necessari, per fare in modo che le attese non si prolunghino e che la loro salute sia come sempre preservata.

In ottica di solidale risposta alla richiesta di aiuto pervenuta dalle Regioni, e in alcuni casi di propria iniziativa, il Gruppo presente in 10 regioni italiane con 28 Strutture Ospedaliere (su un totale di 50 tra Italia ed Europa) di Alta specialità e Polispecialistiche, molte delle quali accreditate con il Servizio Sanitario Nazionale, ha reso disponibile almeno una struttura in ognuna delle 10 regioni in cui è presente, in piena collaborazione con le Regioni e le AUSL per sostenere l’attività degli Ospedali pubblici. Su un totale di 3.600 posti letto complessivi del Gruppo, il 48% è stato messo a disposizione per un totale di 1.725 posti letto suddivisi in 23 Ospedali, di cui 533 posti dedicati esclusivamente a pazienti Covid-19.