Coronavirus, crisi stampa locale: i propositi dalla politica per una maggiore tutela

I commenti dalle istituzioni e dalla politica cittadina e regionale dopo la diffusione della nota congiunta delle rappresentanze sindacali dei tre giornali siciliani

stampa - press
newspapers - press - stampa - rassegna stampa - quotidiani

“Un’informazione corretta e di qualità è oggi più indispensabile che mai nel momento in cui i cittadini sono sommersi da un flusso continuo di notizie non sempre attendibili e spesso difficilmente verificabili. Anche per questo l’allarme lanciato dai giornalisti circa la tenuta economica della stampa quotidiana nella nostra regione e nella nostra città, assume oggi una gravità ancora maggiore. Anche perché la crisi non riguarda solo la carta stampata ma tutto il settore dell’informazione su tutti i canali. Credo indispensabile che da parte del Governo nazionale e di quello regionale si individuino gli strumenti più idonei ad inserire l’informazione istituzionale a pieno titolo nel sistema della Protezione Civile essendo l’informazione ai cittadini un elemento essenziale per garantire e costruire un sistema di sicurezza condiviso”. Lo ha dichiarato il Sindaco, Leoluca Orlando.

“Un intervento del Governo regionale in aiuto al mondo dell’informazione in Sicilia non è più rinviabile. Le preoccupazioni espresse dai Comitati di redazione dei giornali dell’isola sono serie, fondate e concrete – ha dichiarato il Presidente della Commissione Regionale antimafia Claudio Fava – per cui occorre attivare immediatamente un pacchetto di aiuti, anche ricorrendo alla pubblicità istituzionale che consentirebbe di informare la popolazione sulla situazione e gli interventi della Regione. Il sostegno ad un settore strategico in una fase in cui, più che mai, la necessità di un’informazione attendibile e verificata deve essere considerato tra le priorità da affrontare”.

“L’allarme lanciato dai giornalisti siciliani circa il rischio di collasso del sistema dell’informazione regionale, soprattutto ma non solo nel settore della carta stampata, non può restare inascoltato. Proprio in questi giorni, abbiamo tutti riscoperto e molti hanno scoperto, quanto sia importante poter contare su un’informazione mediata dai giornalisti e non veicolata liberamente da apprendisti stregoni che rischiano di fare gravi danni. Il Gruppo parlamentare della Lega all’ARS è pronto ad appoggiare anche in sede normativa ogni iniziativa utile a sostenere questo fondamentale settore della nostra economia, che non è appunto solo un settore economico ma è un pilastro delle nostre comunità.” Lo hanno dichiarato i parlamentari regionali della Lega a Palazzo dei Normanni Antonio Catalfamo, Marianna Caronia, Giovanni Bulla e Orazio Ragusa.

“Il grido d’allarme dei comitati di redazione dei tre quotidiani siciliani è fondato. Il momento terribile che stiamo vivendo penalizza i giornali e dunque bisogna immediatamente fare qualcosa per mettere in sicurezza chi si occupa in maniera professionale di informazione e garantisce in questi momenti drammatici per il Paese notizie certe, verificate e attendibili – ha affermato Giuseppe Milazzo, europarlamentare di Forza Italia, commentando la nota congiunta delle rappresentanze sindacali dei tre giornali siciliani -. Senza informazione corretta viene meno la consapevolezza dei cittadini, la stessa sostanza di cui si nutre la democrazia: la trasparenza. È vero che spesso la democrazia muore, laddove ci sono le tenebre e cioè dove mancano le fonti di informazioni autorevoli. Per questo – conclude Milazzo – le Istituzioni regionali e nazionali debbono muoversi velocemente per fornire un sostegno anche a questo segmento produttivo, che somma alle difficoltà del momento anche una crisi strutturale che dura da anni”.