sabato, 23 Ottobre 2021
spot_img
HomesocialeCoraggio a 360°-Un esempio per i giovani: 1° stage degli studenti al...

Coraggio a 360°-Un esempio per i giovani: 1° stage degli studenti al Comando Legione Carabinieri

Si è svolto presso il Comando Legione dei Carabinieri di Palermo il primo importante appuntamento di stage esterni inerenti al progetto “Coraggio a 360 gradi – un esempio per i giovani” 2021, progetto della Città Metropolitana di Palermo ideato dal Filippo Spallina, Dirigente Pro Tempore dello stesso che ne ha curato la progettazione esecutiva. 

Al Comando Legione i 12 studenti finalisti accompagnati dai dirigenti /o docenti degli Istituti Partecipanti (Istituto Professionale di Stato “P. Piazza” di Palermo, Istituto Statale di Istruzione Superiore “G. Salerno” di Gangi, Liceo Statale “G.A. De Cosmi” di Palermo, Educandato Statale “Maria Adelaide” di Palermo, Istituto Statale di Istruzione Superiore “Orso Mario Corbino” di Partinico) sono stati ricevuti dal Comandante Generale Rosario Castello, dalla presidente della Consulta Provinciale degli Studenti, Carmen Buglisi e dalla Responsabile alla legalità della Consulta, Egle Selene Cottone. 

Gli studenti hanno avuto modo di confrontarsi con l’operatività dei Militari dell’Arma che hanno dimostrato alcune fasi del lavoro degli artificieri dei Carabinieri del nucleo cinofili e hanno avuto modo di visitare l’importante museo storico dell’Arma dei carabinieri curato dal Generale Michele Di Martino. 

La visita è stata guidata dal dott. Spallina che ha ringraziato il Generale Rosario Castello per l’accoglienza e l’attenzione riservata agli studenti che hanno definito l’esperienza estremamente interessante.

Il progetto “Coraggio a 360 gradi – un esempio per i giovani” 2021, prevede altri stage e appuntamenti di cui vi daremo notizia. 

Il Sindaco metropolitano, Leoluca Orlando, ha dichiarato: ”Conferma ed apprezzamento della presenza dell’Arma dei Carabinieri e della scelta della Città Metropolitana di promuovere rapporto di dialogo e collaborazione da parte anche delle scuole superiori dell’area metropolitana palermitana”. 

AGGIORNAMENTO

Si è conclusa la trasferta romana degli studenti finalisti del progetto “Coraggio a 360 gradi – un esempio per i giovani” 2021.

I 12 giovani, nelle giornate del 22, del 23, del 24 settembre hanno partecipato ad uno Stage di 3 giorni nella capitale, dove hanno visitato la Caserma Salvo D’Acquisto, la Rappresentanza in Italia della Commissione del Parlamento Europeo e la Corte Costituzionale. 

Accompagnati dai dirigenti e docenti degli Istituti Partecipanti – Istituto Professionale di Stato “P. Piazza” di Palermo, Istituto Statale di Istruzione Superiore “G. Salerno” di Gangi, Liceo Statale “G.A. De Cosmi” di Palermo, Educandato Statale “Maria Adelaide” di Palermo, Istituto Statale di Istruzione Superiore “Orso Mario Corbino” di Partinico –nei tre giorni gli studenti sono stati ricevuti da:

presso la Caserma Salvo D’Acquisto, dal Comandante del Reggimento, Col. Francesco Maria Chiaravalloti, Comandante del Centro Ippico, Col. Antonello Angeli, Comandante del Gruppo Squadroni, Ten. Col. Leonardo Colasuonno, Comandante di Plotone (ufficiale di collegamento), Ten. Chiara Baione 

al 4° Reggimento Carabinieri a Cavallo, dal Comandante del Racis, Generale di Brigata Riccardo Sciuto e dal Comandante del Ris di Roma, Colonnello Sergio Schiavone

presso la Rappresentanza in Italia della Commissione del Parlamento Europeo, da Direttore Antonio Parenti, vice direttore Vito Borrelli, resp.le delle relazioni istituzionali, Fabrizio Spada 

presso la Corte Costituzionale, da Stefano Amore, Magistrato assistente di studio presso la Corte Costituzionale e Prof. Giulio Prosperetti, Giudice Corte Costituzionale.

  

Per la Città Metropolitana di Palermo erano presenti: in rappresentanza del Sindaco Leoluca Orlando, Antonella Marascia, Segretario Generale e Filippo Spallina, consulente già Dirigente dell’Ente, ideatore e curatore della progettazione esecutiva del progetto. 

“Coraggio a 360° – Un esempio per i giovani” è un progetto promosso dallaCittà Metropolitana di Palermo nato con l’obiettivo di favorire la conoscenza e la sensibilizzazione tra i giovani studenti sulla legalità, il coraggio e l’esempio dimostrato da uomini e donne nell’ambito del loro impegno lavorativo e sociale.

Tema conduttore è stato il “Coraggio”, come speranza ed esempio da seguire, affrontato attraverso un percorso di conoscenza, analisi, approfondimento e riflessioni, i cui destinatari sono stati gli studenti di 5 Istituzioni scolastiche della città di Palermo e Provincia. 

I giovani coinvolti hanno sviluppato degli elaborati partendo da tre temi: il libro “Ritratti del Coraggio” – Lo Stato e i suoi magistrati – a cura di Stefano Amore, l’audiolibro “Me l’aspettavo” a cura dell’Arcidiocesi di Palermo Caritas Diocesana, dedicato a Don Pino Puglisi e l’emergenza sanitaria Covid 19, partendo dall’osservazione delle prove di coraggio del personale sanitario che con il loro impegno e sacrificio rappresentano anch’essi un esempio da seguire.

Tra gli elaborati sono stati selezionati 12 finalisti, 3 per ciascun tema, che verranno premiati nel corso di un evento organizzato a conclusione del progetto. 

È inoltre prevista una pubblicazione in cui saranno pubblicati gli elaborati dei 30 semifinalisti con allegato un dvd in cui saranno contenuti gli elaborati degli studenti con disabilità (1 per ogni Istituto) che avranno partecipato al progetto e il reportage dello stage a Roma. 

Il progetto “Coraggio a 360 gradi – un esempio per i giovani” 2021, prevede altri appuntamenti di cui vi daremo notizia.

***

Istituzioni a confronto: due incontri a Palazzo Comitini per gli studenti finalisti del progetto

Gli studenti finalisti del progetto “Coraggio a 360° – Un esempio per i giovani” 2021 hanno partecipato, il 29 settembre, alla Sala Martorana di palazzo Comitini, ai due appuntamenti di “Istituzioni a confronto”: “Raccontare il Coraggio – Il coraggio di Raccontare” e “Il futuro dopo la Pandemia”. Nel corso della mattina si è svolto “Raccontare il Coraggio – Il coraggio di Raccontare”.

Appendice del progetto “Coraggio a 360° – Un esempio per i giovani 2021” promosso dalla Città Metropolitana di Palermo, l’incontro ha avuto lo scopo di offrire ai giovani studenti protagonisti una opportunità di conoscenza e approfondimento con chi per mestiere racconta il coraggio e ha il coraggio di raccontare

Un incontro con giornalisti come opportunità di approfondimento sugli strumenti e sulla forma di comunicazione. Gli studenti hanno ascoltato l’esperienza diretta dei professionisti e posto i loro interrogativi, innescando un confronto ricco e proficuo. 

I lavori sono stati aperti dal Sindaco metropolitano, Leoluca Orlando.

Nel corso dell’incontro mattutino si sono alternati al microfono, i giornalisti 

Emanuele Giordana, saggista e docente di giornalismo – Coraggio e cronaca dalle guerre. L’esempio Afghanistan

Rino Cascio, Capo Redattore RAI Sicilia – Coordinare chi scrive: l’esperienza che entra in redazione

Luciana Esposito, fondatrice di Napoli.it – In prima linea: il rischio di scrivere

Vittorio Corradino, già presidente dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia – L’Ora, il primo giornale a parlare di mafia: testimonianza ed esempio per le nuove generazioni. 

Ha moderato l’incontro, Marco Romano, Direttore Responsabile del Giornale di Sicilia.

Nel pomeriggio si è svolto invece l’incontro “Il futuro dopo la Pandemia” dove le Istituzioni a confronto, in merito al progetto “Coraggio a 360°”, hanno dialogato sui temi riguardanti il Covid, la legalità nell’impresa, la tutela delle donne, e la salute dei consumatori. 

Le loro storie e testimonianze sono state raccontate agli studenti proprio per sviluppare in loro un senso di coraggio nel presente ma soprattutto nella loro vita futura 

Ospiti presenti:

Antonio Parenti, Direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea  

Claudia Sannasardo, medico dell’emergenza Covid 

Fabio Picciolini, già presidente della Consumer’s Forum 

Francesco Falso, Tenente Colonnello del Nucleo di Polizia Economico Finanziario della Guardia di Finanza 

Rosaria Maida Primo, dirigente della divisione anticrimine della Polizia di Stato

Le conclusioni sono state affidate al dott. Stefano Amore, Magistrato assistente alla Corte Costituzionale e curatore del libro “Ritratti del Coraggio” da cui è stato preso spunto al progetto promosso dalla Città Metropolitana.

L’incontro è stato moderato da Roberto Marrone, giornalista impegnato nel racconto delle storie di mafia ed antimafia.

Giovedì 30 settembre al Teatro Massimo si svolgerà la serata conclusiva con la premiazione degli studenti finalisti. 

CORRELATI

Ultimi inseriti