Conservatorio di Palermo: una nuova settimana di musica

Nuovi appuntamenti in programma al Conservatorio di Palermo che, martedì 26 maggio alle ore 19 in Sala Scarlatti, propone una nuova esibizione degli studenti nell’ambito della rassegna concertistica ad essi dedicata. Di scena i Sixty Strings, un ensemble di sole chitarre nato nel 2014 all’interno del Conservatorio, il cui repertorio spazia dal repertorio antico fino alla musica romantica e a quella contemporanea eseguita in inediti arrangiamenti appositamente realizzati per questa formazione. In occasione di questo concerto li ascolteremo in una selezione di musiche di Vivaldi, W. A. Mozart, Rossini e De Iradyer
Mercoledì 27 maggio, alle ore 21, prosegue invece la Stagione concertistica 2015 del Conservatorio che ospita sul palcoscenico della Sala Scarlatti un trio formato da Francesco Sclafani (flauto), Salvatore Palmeri (fagotto) e Rosario Randazzo (pianoforte). Per un programma che dall’Ottocento del Trio in sol minore op. 63 di Carl Maria von Weber giunge fino al Novecento storico e ai nostri giorni attraverso la Sonata per flauto e pianoforte di Francis Poulenc, il Trio per flauto, fagotto e pianoforte di Cick Corea, Miniatures di Tim Jansa e la Sonatina per fagotto dello stesso Rosario Randazzo.

Francesco Sclafani ha studiato a Palermo e successivamente con M. Ancillotti, A. Persichilli e G. Pretto. Ha suonato con l’Orchestra Sinfonica Siciliana, il San Carlo di Napoli, l’Arena di Verona, il Teatro Bellini di Catania, Gli Armonici e l’Accademia Musicale Siciliana prendendo parte ad alcune tournée negli Stati Uniti, facendosi apprezzare per le sue spiccate doti tecniche e interpretative. Svolge attività cameristica con svariate formazioni musicali. Attualmente insegna Flauto traverso presso il Conservatorio di Palermo.

Salvatore Palmeri ha collaborato con l’Orchestra Sinfonica Siciliana, il Teatro Bellini di Catania, Orchestra Regionale del Lazio, il Teatro “F. Cilea” di Reggio Calabria, l’Orchestra del Teatro “V. Emanuele” di Messina, l’Orchestra della televisione di San Pietroburgo, il Luglio Musicale Trapanese e con in diverse altre orchestre. Attualmente è primo fagotto dell’Orchestra Filarmonica della Calabria e collabora con l’Orchestra Sinfonica Siciliana. Ha suonato a Parigi, Tarragona, Ubeda, Linares, Monaco di Baviera, Roma, Milano, Bruxelles, Heindoveen, Taormina, Venezia. È docente di Fagotto presso il Conservatorio “V. Bellini” di Palermo.

Dopo aver studiato al Conservatorio di Palermo e con Aldo Ciccolini Rosario Randazzo ha iniziato l’attività concertistica come solista, in formazioni da camera e come pianista accompagnatore in concerti vocali. Ha suonato per gli Amici della Musica di Palermo, Caltanissetta, Marsala, Alcamo, Modica, Reggio Calabria, per la Società Humanitaria di Milano, per l’Università e l’Associazione “M. Quintieri” di Cosenza, nonché a Genova, Lione, Bruxelles. Ha eseguito la Petite Messe Solennelle di Rossini alla Cattedrale di Trapani ed a Caltanissetta. Si occupa della formazione e dell’educazione di voci bianche realizzando progetti nelle scuole primarie. Insegna pianoforte complementare al Conservatorio di Palermo.
Spazio ai giovanissimi giovedì 28 maggio a partire dalle ore 10 per la XXVII edizione del Concorso pianistico “Antonio Trombone”, dedicato a promuovere lo studio del pianoforte tra le nuove generazioni. Questa edizione 2015 del concorso si tiene in concomitanza con il ventennale della morte di Antonio Trombone (1913-1995), concertista palermitano di fama internazionale e didatta tra i più attivi del secolo scorso, autore di pubblicazioni dedicate alla pratica del pianoforte e docente presso il Conservatorio di Palermo dal 1936 al 1979.
Tutti gli eventi sono ad ingresso libero fino ad esaurimento posti.
(informazioni 091. www.conservatoriobellini.it)