venerdì, 9 Dicembre 2022
spot_img
HomeevidenzaIl Palermo FC presenta Stulac: il racconto dalla sala stampa

Il Palermo FC presenta Stulac: il racconto dalla sala stampa

Oggi presso la sala stampa dello stadio Barbera, a Palermo, è stato presentato ai media il calciatore sloveno Leo Stulac, centrocampista in prestito dall’Empoli.

La prima domanda è stata: con chi hai parlato degli sloveni che in passato hanno giocato qui? Lui ha risposto che ha parlato con Alderkovic e con Truna, due giocatori che sono passati dal Palermo e tutti e due gli hanno riferito bene su Palermo e del suo pubblico.

La seconda domanda: è stata una trattativa lunga la tua e certamente ti sarà dispiaciuto lasciare la serie A, cosa poi ti ha convinto a venire qua a Palermo? Lui ha risposto: “ho parlato con l’Empoli ma vedevamo le cose in maniera diversa e quindi poi, quando mi è arrivata la chiamata è stata sicuramente una sfida, mi è piaciuto venire qua perché sicuramente dietro una società come il City Group c’è sicuramente un progetto a lungo termine ambizioso”.

La terza domanda: la presenza di Corini che giocava nel tuo stesso ruolo può essere da stimolo? Lui ha risposto che ancora non ha parlato molto con il Mister ma è sicuro che c’è da imparare molto e lui è qua per questo.

La quarta domanda: gli è stato chiesto, come ha vissuto sabato scorso l’impatto con il pubblico del Barbera. “E’ stata un’emozione fortissima”, ha risposto lui e continuando “mi è venuta la pelle d’oca, e devo dire grazie per come sono stato accolto in città“.

Quinta domanda: quali sono le tue aspettative e a cosa punti con questa squadra, tu conosci Pippo Inzaghi, allenatore della Reggina prossimo impegno del Palermo cosa ti aspetti da lui? Stulac ha risposto: “ho tanta voglia di giocare, sono carico per questa squadra, la partita con l’ex mister sarà veramente difficile, ma noi non saremo da meno, penso che sarà una bella partita”.

Sesta domanda: per la tua esperienza quanto tempo ci vorrà ad una squadra che si è rinnovata come il Palermo, siete tanti i giocatori nuovi che non hanno mai giocato assieme, e poi cosa ti e mancato per fare il salto di qualità in serie A, sei qua a Palermo per tentare finalmente di fare questo salto? Lui ha risposto: “sicuramente ci vorrà del tempo ma, lavorando ogni giorno troveremo sicuramente un’intesa che ci permetterà di fare bene. Sicuramente la serie A è molto difficile, sono venuto qua perché spero di fare questo salto di qualità”.

Settima domanda: rispetto alla serie A e rispetto al tuo gioco con l’Empoli, qual è la chiave secondo te del gioco per risultare decisivo in serie B? Risposta: “Sicuramente è un campionato difficile e molto diverso da quello della serie A dove, in alcune partite non si gioca così come vorremmo tutti però, penso che con il lavoro del mister ci sarà di grande aiuto perché lui vede il lavoro così come lo vedo io”.

Ottava domanda: curiosità, qui al Palermo ritrovi Damiani tuo compagno ad Empoli dopo l’esperienza in C con Baldini, che cosa ne pensi visto che tutti e due giocate nello stesso ruolo? Stulac: “Con Damiani ci siamo tolti molte soddisfazioni, lui è un giocatore forte che si merita tanto, si è vero entrambi giochiamo nella stessa posizione, mi piace lavorare con lui perché è una persona buona e perbene“.

Ultima domanda: Parlando tatticamente il tuo ruolo preferito è in mezzo con un centrocampo a tre o come preferisce Corini un centrocampo a due? Il centrocampista: Sicuramente mediano basso da solo con le due mezzale così come ho giocato sempre ma, se il mister decide di giocare a due farò così“.

Che impressione ho avuto? Ancora è presto per dirlo, aspetto la sua prova sul campo, ma certamente visto che non gli hanno trovato un ruolo all’Empoli lui è venuto qua per dimostrare che si sbagliavano e quindi avrà sicuramente una marcia in più per fare bene.

Forza Palermo sempre e comunque, io ci credo.

La prossima partita di campionato, la quarta, si giocherà fuori casa con la Reggina sabato 3 settembre alle ore 14.

CORRELATI

Ultimi inseriti