Commemorazione dei defunti, i cimiteri resteranno aperti nei giorni antecedenti

Il sindaco ha disposto, al fine di diradare in più giorni la presenza dei visitatori, che i cimiteri rimangano aperti nei giorni antecedenti l’ormai imminente Commemorazione dei Defunti

cimitero dei rotoli
Uno degli ingressi del cimitero Santa Maria dei Rotoli - Palermo

Palermo. Cimiteri e commemorazione defunti. Ecco la dichiarazione del sindaco Orlando:

“L’Amministrazione comunale ha deciso di non procedere alla chiusura dei cimiteri nei giorni antecedenti la tradizionale celebrazione dei defunti, chiedendo agli Uffici e alle Aziende coinvolte di svolgere le operazioni propedeutiche senza precludere la fruizione delle aree. Ho anche incaricato la SISPI e l’Area dei Cimiteri di seguitare alla riattivazione dell’accesso contingentato previa prenotazione, anche alla luce dell’odierna ordinanza del Presidente della Regione.

Invito i cittadini a non affollarsi nei giorni del 1 e 2 novembre, sfruttando l’opportunità offerta dall’apertura garantita per tutta la prossima settimana.

Nelle prossime ore, anche in considerazione della evoluzione dell’epidemia, e in un quadro di interventi per la prevenzione dei contagi, valuteremo comunque se a partire proprio dal giorno di Ognissanti e dalla commemorazione dei defunti, reintrodurre le limitazioni di accesso e l’ingresso su prenotazione”.

Lo ha dichiarato il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando.

***

Già da alcuni giorni, la Reset ha proceduto alla pulizia straordinaria dei cimiteri ed alla collocazione di bagni chimici. 

L’ingresso contemporaneo alle auto per soggetti in possesso di tagliando disabili potrà essere consentito nel limite massimo di:

– n. 10 auto per il Cimitero di Santa Maria dei Rotoli

– n. 5 auto per il Cimitero di Santa Maria di Gesù

– Al cimitero Cappuccini non è autorizzato l’ingresso di auto.

Il sistema di prenotazione on line sarà improntato ad una divisione per fasce orarie, una facilità di accesso e in un limite massimo di prenotazioni funzionale al rispetto dei divieto di assembramento.

Tramite una divisione in aree, il numero complessivo degli accessi a Santa Maria dei Rotoli sarà superiore a quello della fase successiva al lockdown di marzo.

Gli orari di ingresso saranno consentiti per tutti i giorni della settimana dalle ore 7.30 alle ore 15.30 con uscita alle ore 16.00.

I visitatori, in applicazione della normativa di prevenzione Covid-19, dovranno utilizzare adeguate protezioni delle vie respiratorie. 

***

La Sispi ha attivato il sistema di prenotazione online per i cimiteri dei Cappuccini, Santa Maria dei Rotoli e Santa Maria di Gesù, con l’ampliamento a 1500 ingressi giornalieri presso il cimitero dei Rotoli nelle giornate di sabato 31 ottobre, domenica 1 novembre e lunedì 2 novembre. Vi si potrà accedere, compilando un form, attraverso un link presente sulla homepage del sito istituzionale del Comune.  

Gli orari di ingresso ai cimiteri saranno consentiti per tutti i giorni della settimana dalle ore 7.30 alle ore 15.30 con uscita alle ore 16.00.

I visitatori, in applicazione della normativa di prevenzione Covid-19, dovranno utilizzare adeguate protezioni delle vie respiratorie.

L’ingresso contemporaneo alle auto per soggetti in possesso di tagliando disabili potrà essere consentito nel limite massimo di:

“Abbiamo evitato come negli anni passati di chiudere i cimiteri tre giorni prima della ricorrenza del 2 novembre – ha dichiarato Leoluca Orlando – procedendo ad una pulizia straordinaria in orari non di apertura e questo consentirà di potere avere una frequentazione del cimitero non soltanto nei giorni 1 e 2 ma diluiti nel tempo. L’invito che rivolgo – ha aggiunto il sindaco – è di non concentrare tutti al 2 novembre il momento di preghiera e di ricordo dei nostri cari”.

Il sindaco ha anche fatto il punto della situazione sulle salme a deposito presso il cimitero dei Rotoli.

“Mi sono assunto la responsabilità – ha detto – di avviare a soluzione il deposito di salme. E’ diminuito di circa 100 unità il numero di salme a deposito, che stava crescendo a 50 a settimana, in maniera certamente insopportabile. Abbiamo eliminato le salme a terra, recuperato 170 loculi da interrare e provveduto ad avviare quanto necessario per acquistare, in una prima fase, 400 loculi prefabbricati e, non appena avremo l’autorizzazione della Sovrintendenza, contiamo di acquistarne altre duemila. In questo modo provvederemo a dare adeguata sepoltura per un congruo tempo a tutti coloro che ne hanno diritto.

Al tempo stesso abbiamo sollecitato l’iter per quanto riguarda il progetto esecutivo per il nuovo cimitero nell’area già indicata dal Consiglio comunale. Esprimo apprezzamento agli uffici del comune che con una nuova direzione e nuovo entusiasmo stanno portando avanti quello che è un doveroso atto di rispetto per i morti ed il dolore dei loro familiari”
.