Cartoline per la libertà: il 9 maggio a Cinisi in ricordo di Peppino Impastato e a difesa di Emiliano Puleo

Emiliano libero - slogan della mostra

È previsto per mercoledi 9 maggio a Cinisi, in provincia di Palermo, nell’ambito del calendario di eventi in memoria di Peppino Impastato per il 40° anniversario dal suo assassinio, l’evento artistico intitolato ‘Cartoline per la libertà, #emilianolibero #liberitutti’ , che vede l’esposizione di opere di vari artisti. La mostra è ideata da Silvia Russo e curata da Evelin Costa e dall’Associazione AsaDin.

L’iniziativa nasce con lo scopo di solidarizzare con il giovane attivista di Partinico Emiliano Puleo e con altri quattro ragazzi italiani che dal 7 luglio si trovano ingiustamente reclusi nel carcere di Amburgo in Germania, dopo il G20 (per saperne di più, clicca qui)

L’iniziativa partita da Facebook che unisce l’arte, la libertà e l’amicizia, in contraddizione con il clima d’odio che dilaga ultimamente sui social network, è nata spontaneamente e ha coinvolto finora 50 tra pittori, fotografi e poeti che hanno dato un proprio contributo di solidarietà in nome della libertà di espressione.

Tra i partecipanti molti artisti di Palermo e provincia, ma anche tante persone comuni che amano esprimersi attraverso le arti visive o la scrittura: una semplice partecipazione umana verso una storia che appare davvero incomprensibile ed inaccettabile.

Profumo di libertà, 2017 Accursio Truncali
Profumo di libertà, 2017 –
Accursio Truncali

Partecipano gli artisti: Anna M. Palazzolo, Elora Danan, Gabriella Palazzolo, Lorenzo Passanante, Loredana Pennino, Belen Perez, Susanna Perna, Simona Pistoia, Daniela Pizzo, Mariella Ramondo, Francesca Randazzo, Giacomo Randazzo, Emilia Ricotti, Massimo Russo Tramontana, Cinzia Romano, Salvo Salvato, Angela Sarzana, Antonino Schiera, Anna Scorsone, Zeudi Termini Aranì, Selene Torres, Sebastian Torres, Sergio Tripodi, Accursio Truncali, Maria Felice Vadalà, Tiziana Viola-Massa, Caterina Vitale.

“La libertà d’espressione è un diritto democratico – afferma l’artista Accursio Truncali – sebbene negli ultimi tempi, su più fronti sembri essere minato. Per questo è nata l’iniziativa social “Cartoline d’Artista”, sorta a seguito dell’arresto di Emiliano Puleo, giovane attivista di Partinico, rimasto recluso nel carcere tedesco di Amburgo per 84 giorni, in occasione del G20 dello scorso luglio”.

“La proposta, inizialmente digitale – prosegue l’artista – è stata quella di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’argomento, creando una community on line in cui sono stati chiamati a partecipare artisti e poeti al fine di costruire delle cartoline d’artista da inviare ad Emiliano Puleo e agli altri ragazzi italiani coinvolti (Alessandro Rapisarda, Riccardo Lupano, Orazio Sciuto e Fabio Vettore), per ridurne la sensazione di essere stati dimenticati”.

“Adesso però l’idea ha fatto ulteriori sviluppi e vuole proporsi come mostra itinerante – conclude Truncali – grazie anche al grande successo riscosso in rete, con gli hashtag #emilianolibero #liberitutti”. A rispondere a questo invito ci sono stati pittori, poeti, fotografi, molti dei quali dell’area palermitana. Tra loro però è possibile trovare anche persone che hanno semplicemente voluto aderire alla campagna inviando foto o disegni o perfino qualche voce internazionale come la pittrice messicana Belen Perez. Non resta che attendere la realizzazione di questa nuova mostra.

Print Friendly, PDF & Email