Carnevale di Sciacca, al via l’organizzazione dell’edizione 2015

Mancano ormai poche settimane all’inizio della 113° edizione del Carnevale di Sciacca e nella cittadina si respira aria carnascialesca.
Quest’anno, la manifestazione si svolgerà nel centro storico di Sciacca, da sabato 14 a martedì 17 febbraio e avrà una novità: il Carnevale sarà ridotto, sono stati eliminati a causa della crisi, due giorni di festeggiamenti, il giovedì e il venerdì grasso.
Il Carnevale di Sciacca ha sempre aperto i festeggiamenti il giovedì grasso con l’arrivo dal mare in via Gaie di Garaffe, del famoso carro di Peppe Nappa (il re del Carnevale di Sciacca) a bordo di in un motopesca della flotta saccense. A festeggiare il suo ritorno, i gruppi mascherati dei carri allegorici. Si continua poi con una sfilata in via Gaie di Garaffe, via Mulini, via Caricatore, via Madonnuzza, via Agatocle e Corso Vittorio Emanuele.
Il venerdì invece, il Peppe Nappa si sposta nel quartiere storico di San Michele e da lì si riparte con un’altra sfilata insieme ai gruppi mascherati.
Quest’anno, dopo l’insuccesso registrato con l’edizione 2014, affidata alla Costruzione Generale Essere, società campana che si era fatta carico di tutte le spese necessarie per la riuscita dell’evento, la manifestazione torna nelle mani del Comune di Sciacca.
Sono in tutto tre i carri allegorici più il Peppe Nappa ( che si ricorda essere la maschera simbolo del Carnevale di Sciacca) che parteciperanno alla manifestazione. Si tratta di: – “Questi fantasmi”- Associazione Saranno Famosi – “Controvento” – Associazione La ragnatela e infine – “Attenti a quei due”- Associazione Il gatto e la volpe, quest’ultima si occuperà anche della costruzione del minicarro del Peppe Nappa che arriverà alla festa su una Moto Ape.
Proprio a causa di questa situazione, una nostra lettrice saccense, Loredana Butera, appartenente al Peppe Nappa, ha affermato:” Molti non sono favorevoli alla manifestazione di febbraio, in primis per il poco tempo nella costruzione dei carri e dopo per il numero esiguo dei partecipanti, cosa negativissima! Fino a 10 anni fa, il Carnevale di Sciacca era il migliore in tutta la Sicilia, con tantissimi carri e minicarri, invece oggi ci ritroviamo con solo 3 carri. La soluzione migliore sarebbe stata di spostarlo a fine giugno o a luglio quando inizierà la bella stagione e comincerà il turismo, ma così con pochi soldi non ha senso.”
Giorni fa si vociferava nella cittadina che alcuni gruppi di giovani avrebbero realizzato tre minicarri allegorici, visto l’esiguo numero di carri che parteciperanno alla sfilata, ma purtroppo la proposta non è stata accolta, il Comune ha stabilito che non è possibile fare modifiche al di fuori del bando.
Intanto ci sono già delle ulteriori novità sulla kermesse più amata dai Saccensi: parteciperanno 7 gruppi mascherati fuori concorso e inoltre hanno presentato domanda per la conduzione dal palco a titolo gratuito i ragazzi dell’Associazione “Ridi che ti passa”.
Considerando le tre domande pervenute, la ripartizione dei premi secondo quanto previsto dal bando, pubblicato il 19 dicembre scorso, sarà: al primo classificato andranno 24 mila euro, 22 mila per il secondo e 19 mila per il terzo.
In caso di ex aequo si procederà sommando il valore dei premi e dividendolo per il numero degli ex aequo. Ottomila euro, infine, per il Peppe Nappa, quindi il Comune risparmierà 17 mila euro previsti per il quarto carro allegorico.
Non ci resta che augurare una buona riuscita del Carnevale ai carristi, alle Associazioni, ai cittadini e al Comune di Sciacca!
Per maggiori informazioni sulla manifestazione vi invitiamo a consultare il sito del Comune di Sciacca.

Print Friendly, PDF & Email