Canottieri TeLiMar, Pietro Alioto convocato alla selezione per la Nazionale Juniores

Canottieri Telimar - Pietro Alioto
Canottieri Telimar - Pietro Alioto

Soddisfazione per la Canottieri TeLiMar: convocato Pietro Alioto alla selezione per entrare a far parte della Nazionale Juniores in vista degli Europei di Belgrado, in Serbia, che si disputeranno il 26 e 27 settembre 2020.
 
Unico siciliano tra i convocati, Pietro Alioto parteciperà al raduno che si svolgerà a Piediluco il 18 luglio e che vedrà la partecipazione di 60 atleti provenienti da tutta Italia. Il classe 2002 del Club dell’Addaura sfiderà altri 35 pari età per conquistare uno dei 18 posti disponibili come vogatori di punta, sotto la guida del CT Valter Molea.
 
I Campionati Europei Junior 2020, inizialmente previsti per il 30 e 31 maggio, sono stati spostati al 26 e 27 settembre dallo European Rowing Board, che insieme al Comitato Organizzatore e al governo serbo hanno messo in atto un piano per ospitare l’evento, utilizzando le linee-guida per la prevenzione delle infezioni, sulla base delle raccomandazioni dell’OMS e della FISA Sports Medicine Commission.
 
Nel frattempo, prosegue a Sabaudia il raduno della Nazionale maggiore, che vede la Canottieri TeLiMar impegnata con il suo alfiere, Emanuele Gaetani Liseo, insieme al gruppo Olimpico: il primo test si è concluso molto bene, con Gaetani ottavo su 23. Nei prossimi giorni sarà la volta delle prove selettive in barca. Al termine del raduno, verranno ufficializzate le convocazioni per il secondo meeting di avvicinamento agli Europei Under 23 di Duisburg, che sono in programma il 5 e 6 settembre 2020.
 
Marco Costantini, Capo Allenatore Canottieri TeLiMar: «Grande soddisfazione per tutto il Circolo in un anno particolare come il 2020, condizionato dalla pandemia. L’allenamento costante di Pietro è stato un segno di grande responsabilità. Siamo contenti che abbia passato la prima selezione, fatta al remoergometro: la convocazione per il 18 luglio dà merito al lavoro iniziato con lui durante l’inverno e sviluppato anche nei mesi di lockdown. Ovviamente, l’obiettivo non può che essere la maglia Azzurra».
 
Giorgio Giliberti, Direttore Sportivo Canottieri TeLiMar: «Pietro ha dimostrato ancora una volta che nel canottaggio non si inventa nulla; la nostra è una disciplina “di fatica” e, solo se si è spinti da una grande passione e ci si dedica con un impegno totale, con costanza e con la massima determinazione, si possono ottenere risultati di assoluto livello, come questo. Adesso auguro a Pietro, coi suoi genitori che lo hanno sempre sostenuto con grande amore e col suo infaticabile tecnico Marco, di andarsi a prendere quel tanto desiderato body azzurro, che merita».