Canottaggio: il TeLiMar a Napoli e Malta fra tradizione e innovazione

Alioto, Bini e Spektor fanno sbarcare il Coastal Rowing a La Valletta; Cerasola vince la Coppa Lysistrata con il RYCC Savoia.

Canottaggio TeLiMar

Week-end ricco di emozioni per la Canottieri TeLiMar, che in questi giorni è stata impegnata su due fronti: da un lato, la promozione del Costal Rowing a Malta, che ha portato a La Valletta alcuni atleti del capoluogo siciliano grazie ad un progetto del Panathlon Club di Palermo; dall’altro lato, il canottiere del Club dell’Addaura Dario Cerasola è reduce dalla vittoria nella storica Coppa Lysistrata di Napoli con l’Otto del RYCC Savoia.

L’equipaggio misto schierato dai napoletani, infatti, si è aggiudicato la 109^ edizione della tradizionale competizione in otto yole che si svolge sul lungomare del capoluogo campano da Mergellina a Castel dell’Ovo. All’arrivo l’ammiraglia biancoceleste ha preceduto il CN Posillipo, la Steaua Bucarest ed il CC Napoli.

Sull’altro fronte, invece, grazie ad un ambizioso progetto del Panathlon Club di Palermo presieduto da Gabriele Guccione e diretto da Andrea Vitale il canottaggio costiero è sbarcato nella Repubblica Maltese, con la presenza di Pietro Alioto, Ruggero Bini e Manfredi Spektor che, accompagnati dal capo allenatore TeLiMar Marco Costantini e dall’allenatore Benedetto Vitale, si sono aggiunti ai giovani atleti della Canottieri Palermo.

L’esperienza di Malta promossa dall’associazione Terzo Pilastro, che ha visto anche la partecipazione  del Club Canottieri Roggero di Lauria e della neonata Canottieri Mondello, è stata interessante sotto diversi punti di vista, aprendo la strada ad una più proficua collaborazione tra il mondo remiero palermitano e quello maltese.

Print Friendly, PDF & Email