domenica, 24 Ottobre 2021
spot_img
HomesportCanottaggio: doppio record sui 2000 metri indoor per il TeLiMar con Gaetani...

Canottaggio: doppio record sui 2000 metri indoor per il TeLiMar con Gaetani Liseo e Armeli

Si chiude alla grande il 2020 per la Canottieri TeLiMar: gli Azzurri Emanuele Gaetani Liseo ed Elena Armeli hanno battuto i propri record personali sul test dei 2000 metri al remoergometro organizzato dalla Federazione.
 
Il “mastino di Piana” ha infranto il muro dei 6 minuti, facendo segnare il tempo di 5:58:0. Un crono che Gaetani Liseo ha ottenuto remando alla media di 1:29:5, ossia 36 colpi al minuto. Prestazione eccezionale anche per la compagna di squadra: Elena Armeli – che un anno fa ha vinto il titolo italiano indoor col tempo di 7:03:40 – ha abbattuto la barriera dei 7 minuti; per lei, 6:59:0, gran tempo ottenuto remando alla media di 1:44:7 al minuto, con 33 colpi di frequenza.
 
I record registrati confermano lo stato di forma straordinario raggiunto quest’anno da Emanuele ed Elena, nonostante le limitazioni dovute alla pandemia da Covid19.
 
La costanza della preparazione in primavera, seguendo gli allenamenti condivisi della FederCanottaggio, i record sui test indoor e, soprattutto, il susseguirsi di vittorie non appena è stato dato il via libera alle competizioni in acqua hanno convinto il Direttore Tecnico Azzurro, Franco Cattaneo, ad inserirli in pianta stabile nel gruppo Olimpico in un quadriennio che vedrà ben due edizioni dei Giochi, con la grande opportunità costituita da Tokyo 202ONE e l’obiettivo più ambizioso che è Parigi 2024.
 
A conferma di ciò, il 2021 si apre con la nuova convocazione presso il Centro Federale di Piediluco dal 7 al 24 gennaio in vista dei Giochi nipponici.
 
Marco Costantini, Direttore Tecnico TeLiMar: «Sono felice per questi risultati: è la prima volta che due nostri atleti scendono rispettivamente sotto i 6 e i 7 minuti in un test indoor sui 2000 metri. Per Emanuele è stata una prova “nuova”: non faceva questa distanza da due anni e non si è preparato con allenamenti specifici di velocità, quindi ha ancora un buon margine di miglioramento. Elena, invece, sapeva di poter fare questo tempo, anche perché aveva provato il test dei 2000 proprio un anno fa: stavolta, quindi, sapeva come gestire meglio la prova. E anche lei ha ancora ulteriori margini di miglioramento. La partecipazione ai Giochi Olimpici, obiettivo primario storico per la  nostra società, sembra nei prossimi anni potersi finalmente concretizzare».

CORRELATI

Ultimi inseriti