Campionati Italiani indoor di tiro con l’arco riservato agli atleti paralimpici

Al Palaoreto dal 2 al 4 febbraio 2018

Conferenza stampa presentazione Campionato Italiano Para-Archery
Conferenza stampa presentazione Campionato Italiano Para-Archery

Oggi, all’hotel San Paolo Palace di Palermo, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione dei Campionati Italiani indoor di tiro con l’arco, riservati agli atleti paralimpici che si svolgerà il 3 e 4 febbraio al PalaOreto. Alla manifestazione parteciperanno circa 150 arcieri provenienti da tutta Italia, tra i quali circa 20 tra non vedenti e ipovedenti. Una manifestazione interamente seguita da Rai Sport che sarà disponibile  anche in streaming sul canale telematico della federazione nazionale YouArco dalle 9 di domani.

Alla conferenza di questa mattina erano presenti il presidente di Fitarco Sicilia Giovanni Vanni, Luca Pancalli presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Mario Scarzella presidente Fitarco, Sergio D’Antoni presidente regionale del CONI Sicilia e infine era presente il sindaco di Palermo Leoluca Orlando.

La conferenza è stata aperta dall’intervento di Giovanni Vanni, il quale ha ringraziato le federazioni per aver appoggiato questo evento e anche il sindaco per aver incoraggiato e dato la disponibilità a realizzare queste manifestazioni.

«Lo sport del tiro con l’arco è uno dei pochi che riesce a mettere sullo stesso piano gli atleti normodotati a quelli disabili – ha dichiarato Giovanni Vanni -. Proprio per questa ragione occorre incentivare la conoscenza di questo sport». Il presidente di Fitarco Sicilia ha fatto riferimento al significato profondo che dovrebbe assumere Palermo Capitale della Cultura, essa non dovrebbe essere intesa solo come mera conoscenza dell’arte e della letteratura in senso stretto, ma occorre promuovere la cultura del rispetto dei disabili, delle donne e di tutte quelle categorie sociali che sono state sempre discriminate.

Luca Pancalli, neo presidente del comitato italiano Paralimpico, ha ringraziato la grande famiglia paralimpica e gli organizzatori della manifestazione, e puntualizzato come la Fitarco sia la prima federazione ad occuparsi del paralimpico.

«Ospitare un evento del genere nella nostra città – ha detto Luca Pancalli – significa utilizzare lo sport, non soltanto come attività ricreativa, ma come strumento straordinario di cultura. Parteciperanno atleti di straordinario talento che nonostante la loro disabilità sono dei personaggi vincenti». Il presidente CIP ha rimarcato lo scopo di questo campionato «L’intento di manifestazioni come queste è accendere i riflettori sul mondo dello sport per disabili in cui si può arrivare in alto pur essendo “svantaggiati”». Il presidente conclude il suo intervento invitando i presenti ad accrescere il senso di responsabilità sociale e l’interesse per la collettività.

Per il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, che ha dato il massimo sostegno alla manifestazione, Palermo è Capitale della Cultura ma anche dello sport che fa cultura, ossia come strumento che può creare senso di unione tra i cittadini specie nell’ambito paralimpico. «Palermo ha avuto il cambio culturale più profondo di tutta Europa negli ultimi 40 anni senza che ci siano state rivoluzioni civili – ha affermato il primo cittadino – dobbiamo tenere alta l’attenzione e rivendicare i nostri diritti alla luce del principio fondamentale del rispetto. Tra i traguardi per questa città vi è sicuramente la promozione del turismo sportivo – ha concluso Orlando -, ovvero far conoscere la città non soltanto per le sue bellezze ma anche per manifestazioni sportive di un certo calibro come questa».

Mario Scarzella, ha iniziato l’intervento ringraziando le autorità locali per aver permesso lo sviluppo e l’attuazione della manifestazione. Il presidente di Fitarco ricorda che il 31° Campionato Italiano Indoor Para-Archery è il primo evento federale della stagione 2018 e sarà ad alto livello agonistico. «La manifestazione – ha sostenuto Scarzella – gode del patrocinio del Comune di Palermo e del supporto dell’ INAIL (Istituto Nazionale Assicurazione e Infortuni sul Lavoro)».

Ultimo intervento è stato quello di Sergio D’Antoni, che ha ringraziato le federazioni e il commissario tecnico della nazionale italiana paralimpica Guglielmo Fuchsova e sottolineato l’importanza della promozione del turismo sportivo che contribuisce a costruire un’immagine diverse della città di Palermo, come sede di manifestazioni all’insegna dello sport. Per D’Antoni: «Bisogna considerare lo sport come strumento di riscatto utile anche per lo sviluppo economico, avremo nel corso di questo 2018 innumerevoli manifestazioni sportive in Sicilia come ad esempio un evento con la squadra di pallavolo paralimpica. Occorre allargare la possibilità di fare sport a tutti anche a coloro che per motivi economici non possono permetterselo. Lo sport – ha concluso il presidente del CONI Sicilia – deve essere un veicolo di rispetto”.

Per maggiori informazioni circa gli eventi e gli orari delle gare consultare il sito www.palermoparachery.it.

 

Print Friendly, PDF & Email