Caltabellotta, arrivano i fondi regionali della Protezione Civile

Caltabellotta – (Ag) Una buona notizia per Caltabellotta. Nel piccolo paesino montano in provincia di Agrigento sono in arrivo i finanziamenti appartenenti al piano degli interventi urgenti della Protezione Civile.
Il maltempo nel mese di febbraio di quest’anno aveva causato diversi danni a Caltabellotta. Si erano verificate frane e smottamenti ed era crollato parte del muro di Viale Regione e a causa di ciò l’Amministrazione comunale fu costretta a chiedere lo stato di calamità.viale regione- via savoia
Con la somma in arrivo potranno partire finalmente i lavori di consolidamento che riguarderanno le seguenti vie: Savoia, Bonfiglio e Fontanelle. In totale, per questi interventi sono stati stanziati 700 mila euro, di cui 200 mila andranno all’assestamento del muro di Viale Regione/via Savoia, mentre 500 mila euro per il Viale Bonfiglio/via Fontanelle.
In precedenza a causa dei disagi creati dall’alluvione erano stati assegnati circa 50 mila euro per gli interventi di somma urgenza, permettendo così di ripristinare la viabilità e rimuovere detriti e muri crollati, già comunque utilizzati per realizzare le barriere paramassi nelle vie colpite.
Inoltre, sempre nel territorio caltabellottese , sulla strada provinciale 37 per San Carlo, era crollato il ponte che fa da collegamento ai due paesini e in più si era anche verificata una frana al km 9+200. La somma prevista per le opere di consolidamento e di ricostruzione dell’arteria è di 750 mila euro.crollo-ponte-Caltabellotta-San-Carlo-e1424727638820
“Sento il bisogno di ringraziare pubblicamente tutti quanti mi hanno sostenuto in questo momento di disagio per la comunità caltabellottese – afferma il Sindaco Paolo Segreto-.barriere paramassi In particolar modo l’Ing. Maurizio Costa e i tecnici del dipartimento della Protezione Civile di Agrigento, l’Ing. Duilio Alonge i tecnici del Genio Civile di Agrigento, l’Arch. Pellegrino Pecorino e l’Ufficio Tecnico del Comune, gli assessori ed i consiglieri della lista LiberaMente che hanno creduto nel mio operato”.
“La situazione in tutti questi mesi è rimasta alla massima ‘attenzione’ da parte della Protezione Civile e dell’Amministrazione Comunale – continua ancora il Primo Cittadino – e desidero ringraziare con il cuore i miei Concittadini , scusandomi, inoltre, con loro per i disagi che questa calamità ha comportato”.