Calcio Femminile. La Ludos batte la Trecastagni per 2-0 e riconquista la testa della classifica di C

Palermo, 22.02.2016 – Si è concluso ieri con la vittoria per 2 – 0 della Ludos sulla Trecastagni, lo scontro al vertice tra le due squadre capolista che militano nella serie C del campionato regionale di calcio femminile.

Riconquistata meritatamente la testa della classifica con due punti di vantaggio, le palermitane allenate da Sergio Moschera, hanno espugnato il campo “Nino Todaro” di S. Agata Li Battiati, dimostrando carattere, tenacia e voglia di vincere.

Ma i punti potranno essere tre se la Corte Federale accetterà il ricorso dell’ASD Ludos per la ‘restituzione’ del punto di penalizzazione inflitto dalla federazione per una presunta irregolarità formale su una partita dello scorso campionato contro la Femminile Catania.

Dal fischio d’inizio, sono bastati pochi minuti di studio per far capire alle atlete della Ludos che avrebbero potuto aggiudicarsi il derby Palermo – Catania. Ad aprire le marcature, al 7’ del primo tempo, la quattordicenne Priolo che, con un gol da manuale dei grandi campioni, su un traversone dalla sinistra con una mezza rovesciata ha colpito di sinistro, collo piede a incrociare, e ha insaccato nella rete avversaria.

Le ragazze della Trecastagni, dopo alcuni minuti di sbandamento dovuto al gol subito, sono tornate a giocare e ad attaccare cercando la penetrazione dal centro.

Le ragazze del mister Moschera non mollano e al 43’ arriva il 2-0. Questa volta è un’azione personale della Buttacavoli che smarcandosi dal centrale avversario, facendogli  passare la palla sopra la testa, tira al volo e infilza la rete avversaria .

Si va negli spogliatoi e il morale delle ragazze della Ludos è alto. E’ compito del mister Moschera tenere a bada gli entusiasmi delle atlete e chiedere di mantenere alta la concentrazione.

La Ludos torna in campo per la seconda metà di gioco seguendo alla lettera le indicazioni del mister. La partita si gioca su azioni e ripartenza.

Al 17’ della ripresa con un traversone della tre quarti le catanesi sono andate in gol ma l’arbitro ha annullato per fuorigioco.

Al 25’ ancora in attacco la Trecastagni che, durante una percussione, si è vista negare un rigore dall’arbitro per un tocco di braccio della palla di una giocatrice della Ludos. La mancata concessione del penalty ha fatto scattare le proteste delle giocatrici catanesi.

Gli animi si calmano e si torna a giocare. Al 33’ è ancora la Priolo che da spettacolo: con un tiro al volo piazza la palla all’incrocio dei pali, alla sinistra del portiere. Ma la gioia della doppietta svanisce immediatamente, infatti, l’arbitro annulla il gol per un presunto fuorigioco.

“Sono soddisfatto del risultato – ha detto a GCPress l’allenatore Sergio Moschera -. Visto lo spessore delle avversarie, posso affermare che è stata una bella partita giocata bene da entrambe le squadre anche se noi siamo riusciti a finalizzare più occasioni. Nonostante i gol annullati a entrambe le quadre e il rigore non concesso alle avversarie, c’è stato molto fair-play in campo. Tanto agonismo ma nessuna cattiveria. Adesso abbiano un turno di riposo per poi riprendere con le ultime due partite di campionato. Faremo del nostro meglio per preparare i prossimi incontro e chiudere un buon campionato.”

A margine dell’intervista, il mister ha parlato del rigore negato alla Trecastagni: “Se l’arbitro avesse concesso il rigore, non avremmo potuto dire nulla. Anche se la palla è stata toccata con il gomito, il rigore poteva starci.”

Analoga soddisfazione è quella espressa al GCPress dalla presidente della Ludos, Cinzia Valenti: “Ottima partita delle ragazze. Ho visto giocare un bel calcio da tutte le atlete. Un plauso particolare va alla nostra quattordicenne Priolo: vedere realizzare quel gesto atletico – si riferisce alla mezza rovesciata n.d.r. – non capita spesso. L’incontro è stato chiuso nella prima metà di gioco. Le mie ragazze hanno saputo controllare e dominare l’incontro. Per quanto riguarda la classifica – ha concluso la Valenti – siamo avanti di due punti e se la Corte Federale si pronuncerà a nostro favore potremo recuperare anche quel punto che ci è sottratto ma che avevamo conquistato sul campo. Siamo in attesa della sentenza che sarebbe dovuta arrivare venerdì. Speriamo che presto ci possano essere buone notizie.”

Anche la presidente ha voluto parlare del rigore non concesso alle avversarie: “Il rigore era netto. L’arbitro non l’ha visto ma questo può capitare a tutti. Comunque la Ludos ha giocato bene e strameritato la vittoria”.

Quindi, appuntamento per il prossimo incontro a Paceco il 6 marzo. L’ultima partita, che concluderà il campionato, la Ludos la giocherà in casa il 13 marzo contro la Eleonora Folgore di Castelvetrano

La festa delle palermitane della Ludos
La festa delle palermitane della Ludos

TABELLINO

SPORTING TRECASTAGNI – LUDOS PA  0 – 2

 

FORMAZIONE:

TRECASTAGNI:

La Cava, Allum, Amato, Garofalo, Forte, Di Stefano, Compagnini, Scardaci, Cantone, Esposito,                    

A disposizione:Zingale, Riolo, Puglisi, Scirè, Campagna, De Carlo;

Allenatore:Drago Armando

 

LUDOS PA:

Di Sclafani, Governale, La Cavera, Pomara, Todaro, Campo, Buttacavoli, Giaimo, Giammanco, Intravaia, Priolo;

A disposizione: Bommarito, Bagnasco, Mancuso

Allenatore:Moschera Sergio

 

Arbitro : Mirabelia di Acireale(CT)

 

Reti:

7’ pt Priolo (LUDOS) – 43’ pt Buttacavoli (LUDOS)

 

Ammonito: Todaro (LUDOS)

 

Sostituzioni:

TRECASTAGNI

Esce: 1’ st Esposito,1’ st Amato,1’ st Garofalo,9’st Campagna

Entra:1’ stRiolo, 1’ st Puglisi,1’st Campagna,9’st Zingale

 

LUDOS PA:

Esce:12’ st Pomara, 39’st Priolo,44’ st Buttacavoli

Entra:12’st Bommarito,39’st Mancuso,44’ st  Bagnasco