Boldrini: una Carta costituzionale per Internet

La Camera dei deputati va sui social network anche per avvicinarsi ai giovani, e la presidente Laura Boldrini pensa a una Carta costituzionale. Lo ha detto a margine del Festival del Giornalismo di Internazionale a Ferrara, dove ha partecipato a un dibattito su politica e antipolitica. “Uno dei modi per cui si combatte l’antipolitica – ha spiegato – e’ aumentare la partecipazione dei cittadini, motivo per cui alla Camera siamo nel mezzo di una rivoluzione digitale, per la prima volta siamo presenti su tutti i mezzi digitali da YouTube a Twitter, Flickr, fra poco saremo su Facebook, e per questo anche ho istituito la prima commissione parlamentare che si occupi di una possibile carta costituzionale per i diritti di Internet, perche’ Internet e’ un grande spazio di liberta’ e non puo’ essere preda di chi lo vuole strumentalizzare. E allora anche in questo senso cerco di fare il cambiamento e cerco di andare incontro ai giovani e utilizzare gli strumenti che i giovani utilizzano”. asca