Biondaccio: il teatro Biondo a Brancaccio per ricordare don Puglisi. Ecco gli appuntamenti di settembre

Si comincia domenica 8 settembre con lo spettacolo Non me l’aspettavo! I progetti sono in collaborazione con il Centro di accoglienza Padre Nostro e COOP Alleanza 3.0

Voci dal silenzio

Il Teatro Biondo di Palermo, diretto da Pamela Villoresi, interviene a sostegno di importanti progetti che, attraverso il teatro e la cultura, si propongono di riqualificare le periferie e i contesti sociali disagiati come Danisinni e Brancaccio.

Biondaccio – Il Biondo a Brancaccio è il primo di questi progetti, realizzato in collaborazione con il Centro di accoglienza Padre Nostro e COOP Alleanza 3.0.

Nell’arco delle prime tre domeniche di settembre (8, 15 e il 22) saranno proposti nei locali del Centro Polivalente Padre Pino Puglisi e Padre Massimiliano Kolbe (via San Ciro 23) spettacoli di musica, cinema e teatro.

Un intervento fortemente simbolico nei luoghi critici dove Padre Pino Puglisi portava avanti il suo messaggio di legalità e di pace, pagato con la sua vita; un quartiere che anche attraverso la cultura e lo spettacolo sta cercando di riqualificarsi e di reagire alla cultura mafiosa che fino ad alcuni anni fa ne condizionava lo sviluppo.

Salvo Piparo

Domenica 8 settembre, alle ore 21.00, si comincia con Non me l’aspettavo! di Salvo PiparoAntonella CappelloNicolò Argento, uno spettacolo per pupi, attori e vicariote dedicato proprio alla memoria di Padre Puglisi.  In scena Salvo Piparo e il suo cunto, la voce di Egle Mazzamuto, Irene Maria Salerno al pianoforte e la partecipazione della famiglia dei pupari Argento. Sullo sfondo una Palermo umanissima e tormentata, la solidarietà degli ultimi e l’arroganza del potere, la violenza e il degrado che l’amore e il sacrificio di Padre Puglisi riescono a riscattare.

Domenica 15, alle 21.00, sarà proposto il documentario Voci dal silenzio di Joshua Wahlen e Alessandro Seidita, un viaggio lungo la penisola italiana per raccontare l’esperienza eremitica. Storie di uomini e donne che cercano di recuperare il senso profondo di sé e della vita attraverso un percorso intimo e solitario. Un invito a prendere coscienza della responsabilità che abbiamo nei confronti degli altri, di noi stessi e della natura circostante, suggerendo nuove strade e nuovi modi di abitare il mondo.

Aida Satta Flores

Infine, domenica 22 settembre, sempre alle 21.00, sarà la volta di Bellandare…Passo Per Passo, un concerto che la cantautrice Aida Satta Flores dedica alla memoria del sacerdote antimafia di Palermo. Dai successi di Sanremo alle composizioni popolari dell’“Aida Banda Flores”, per recuperare i valori assoluti di bellezza e poesia, senza i quali non si avranno mai legalità, giustizia e solidarietà, principi per i quali si batteva Padre Puglisi nel segno della pace e della speranza.

L’ingresso alle manifestazioni è libero fino ad esaurimento dei posti.

La manifestazione è realizzata con il sostegno di COOP Alleanza 3.0 la più grande cooperativa di consumatori in Italia che da sempre sposa la dimensione imprenditoriale con quella etica e sociale e che conta in Sicilia 45 mila soci.

Print Friendly, PDF & Email