sabato, 27 Novembre 2021
spot_img
HomeappuntamentiBias: oggi la Marcia per la Pace in occasione della Giornata Mondiale...

Bias: oggi la Marcia per la Pace in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato

Il corteo partirà dalla Chiesa San Giuseppe dei Teatini

È prevista per oggi, domenica 17 giugno 2018, presso la Chiesa ipogea di San Giuseppe dei Teatini e l’Oratorio Quaroni, alle 17.00, la conferenza sulle incredibili gesta di un teatino illuminato del Cinquecento, l’Arcivescovo Paolo Burali d’Arezzo, curata dagli avvocati Chiara Modìca Donà dalle Rose, Presidente WISH e Direttrice BIAS, e Alessandro Dagnino, Presidente dell’Unione Giuristi Cattolici di Palermo, e da Padre Gino Quattrini, Parroco della Chiesa di San Giuseppe dei Teatini di Palermo. 

Seguirà, alle 17:45, la presentazione del Progetto Portability di Rosa Mundi e Sarita Marchesi Van Der Meer, che prevederà anche una sua performance. Alle 18:00, avrà luogo la presentazione della Giornata Mondiale del Rifugiato e della campagna globale, #WithRefugees, di UNCHR. A seguire, alle 18:20 Marcia per la pace – «I am my brother’s keeper?»: dalla tenda beduina dell’installazione video-artistica di Rosa Mundi, «InCostellazione – The Humanity’s Time Life», nella Chiesa ipogea di San Giuseppe dei Teatini, partirà il corteo di UNCHR verso la tenda dei rifugiati allestita da Kate Daudy all’Oratorio Quaroni diretto dall’artista Lucina Lanzara e accompagnato dai tamburi di Ben Kadi e dai clarinetti di Giovanni Mattaliano

La Biennale, rappresenta un momento di alto valore culturale per la città di Palermo e della Sicilia tutta. “La Porta”, simbolo dell’edizione di quest’anno,  rappresenta infatti un ponte tra la nostra terra, sempre stata il centro fisico oltrechè storico del Mediterraneo, e tutti i paesi circostanti. BIAS perciò ha  coinvolto importanti luoghi storici, culturali e religiosi della città di Palermo del Quartiere Cassaro e la novità del 2018 è l’apertura di padiglioni diffusi sul territorio siciliano, egiziano ed israeliano  cowork-shop dedicati. 

La scoperta di luoghi pubblici di rilevanza artisco-culturale, che sono momentaneamente chiusi è una delle prerogative di WISH.  Come già per la prima edizione, la BIAS è organizzata in Padiglioni che fanno riferimento ad antiche e nuove religioni o filosofie: gli artisti daranno vita ai vari Padiglioni della filosofia, Scientifico Darwiniano, delle Religioni Perdute, Indù, Buddista, Taoista, delle Religioni Africane, Esoterico e Abramitico che racchiude ebrei, cristiani, maroniti, ortodossi, protestanti e islamici. 

CORRELATI

Ultimi inseriti