Beni culturali, riaprono a Palermo Palazzo Mirto e l’Oratorio dei Bianchi

Oratorio dei Bianchi
Oratorio dei Bianchi

Tornano ad essere pienamente funzionanti e aperti al pubblico Palazzo Mirto e l’Oratorio dei Bianchi, due importantissimi edifici nel cuore del centro storico di Palermo.

Le due strutture, che negli scorsi mesi erano rimaste parzialmente visitabili, si offriranno ora nella loro pienezza e in totale sicurezza.

Prosegue l’incessante azione volta alla riapertura dei luoghi della cultura – sottolinea l’assessore regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, Alberto Samonà – per offrire ai Siciliani e ai visitatori che scelgono la nostra Isola, la piena fruibilità di queste testimonianze uniche. Un impegno notevole che ha comportato, in molte occasioni, interventi significativi per garantire gli adeguamenti richiesti dai protocolli anti-Covid. La riapertura dell’Oratorio dei Bianchi – che già da luglio è stato aperto al pubblico il venerdì mattina nell’ambito dell’iniziativa cantieri aperti che consente di ammirare le fasi di restauro degli Arazzi di Marsala – è un importante segnale di un’auspicata normalizzazione, seppure nella scrupolosa osservanza delle prescrizioni richieste per contenere il diffondersi del Coronavirus. Altrettanto importante, la riapertura del Museo Regionale di Palazzo Mirto, che rimane ancora oggi come preziosa testimonianza di uno stile di vita, con la sua importante sequenza di ambienti sontuosamente arredati, le ex carceri, le scuderie dove sono custoditi carrozze, calessi e finimenti del secolo XIX, che costituiscono la raccolta Martorana Genuardi dei Baroni di Molinazzo”.

L’accesso ai due luoghi, nel rispetto delle prescrizioni anticovid, dovrà avvenire dietro prenotazione attraverso l’App youline.eu/laculturariparte.html.

Palazzo Mirto

Può essere visitato dal martedì al sabato dalle ore 9.00 alle 19.00. Domenica ore 9.00-13.00. Lunedì chiuso. Biglietto di ingresso intero € 6.00

Oratorio dei Bianchi

Aperto dal martedì alla domenica dalle 10.00 alle 18.00. Lunedì chiuso. Ingresso gratuito.